Come cambia il lavoro nell'economia digitale: 5 competenze da sviluppare per non restare indietro
A
L’economia digitale è una realtà e, che piaccia o meno, intelligenza artificiale, sistemi di automazione, piattaforme social e macchine intelligenti stanno diffondendosi rapidamente nell’intero tessuto produttivo, modificando modelli e dinamiche di business e rendendo obsolete competenze fino a ieri considerate necessarie. Per cavalcare l’economia digitale occorrono quindi nuove competenze, capaci di valorizzare il pensiero strategico e le capacità creative che le macchine non possono replicare.

E se non è possibile fornire un profilo di skill necessarie per ogni professione, esistono però alcune competenze di carattere generale verso cui orientarsi per essere preparati ai massicci cambiamenti che investiranno il mondo del lavoro nei prossimi anni. A indicarle – su LinkedIn – è Jaclyn Lee, direttore delle risorse umane alla Singapore University of Technology and Design. Eccole.

Pensiero innovativo e “adattativo”
È la capacità di trovare soluzioni al di là di ciò che è considerato abituale nel proprio ambito di attività, integrando nuove idee in processi, sistemi o prodotti esistenti. In un mondo dove le aziende sceglieranno sempre più spesso di automatizzare o portare all’estero i lavori considerati “di routine”, a prosperare professionalmente saranno le persone capaci non solo di adattarsi alle nuove circostanze del momento, ma anche di rispondervi con un approccio a valore aggiunto che macchine e delocalizzazione non sono in grado di apportare.

Collaborazione virtuale e intelligenza sociale
Quanto più aumenta la pervasività di internet in ogni ambito lavorativo tanto più diventa rilevante la capacità di lavorare in modalità virtuale, attraverso i confini geografici e culturali. Ciò include, per esempio, la capacità di costituire “team virtuali”, di trovare i talenti più adatti al proprio progetto ovunque si trovino attraverso le piattaforme digitali, di lavorare insieme a persone fisicamente lontane sfruttando tutti gli strumenti che la tecnologia mette a disposizione. E non c’è collaborazione virtuale senza intelligenza sociale, che è la capacità di lavorare con persone di tutte le provenienze, culture e religioni, adattando il proprio modo di pensare e agire per sviluppare con gli altri relazioni significative e collaborative.

La visione interdisciplinare
In un mondo globalizzato e connesso occorre una visione sistemica per individuare trend e cambiamenti di mercato. Mai come ora ogni ambito di attività professionale è legato ad altre discipline e da esse influenzato, e i gruppi di lavoro più efficaci sono quelli capaci di individuare concetti e soluzioni emersi in campi diversi dal proprio e integrarli nella propria attività. La conoscenza di “materie” e settori diversi, e la capacità di integrare queste conoscenze nel lavoro quotidiano diventa quindi un significativo vantaggio competitivo, a livello tanto individuale quanto di team.

Le piattaforme di comunicazione
Capire e sapere usare le diverse piattaforme di comunicazione diventa oggi una competenza rilevante, anche per chi non si occupa specificatamente di comunicazione. I social media hanno infatti trasformato tutti gli utenti del web in potenziali comunicatori e creatori di contenuti, e il fenomeno dei dipendenti che con la propria attività social contribuiscono alla costruzione dell’immagine pubblica della loro azienda è ormai consolidato. Pertanto, la capacità di sviluppare o anche solo veicolare contenuti nel giusto modo e attraverso le piattaforme più adatte diventa molto rilevante.

Il nuovo alfabeto dei dati
La digitalizzazione, in qualunque campo si applichi, porta con sé enormi quantità di dati, e le competenze legate alla loro lettura e comprensione sono sempre più richieste. Non soltanto a livello di analisti informatici, che hanno il compito di raccoglierli, organizzarli e dare loro un senso: la capacità di capire cosa sono i dati, a cosa servono e come possono essere utilizzati per rendere più efficace il proprio lavoro sta diventando una competenza importante in molte funzioni aziendali.

Commenta su Facebook

Altro su...

Lavoro e carriera