Il 2018 sarà l’anno del turismo Europa-Cina: al via la formazione ad alberghi e imprese per gestire al meglio l’incoming cinese
A
I numeri, si sa, sono di tutto rilievo: nel 2016 i cinesi che hanno viaggiato fuori dai propri confini nazionali sono stati 120 milioni, per una spesa complessiva generata pari a 200 miliardi di dollari. A visitare l’Europa sono stati “solo” 11 milioni (1,7 milioni sono arrivati in Italia), cifra percentualmente ancora molto bassa ma destinata, se l’Europa saprà posizionarsi come destinazione di appeal, ad aumentare significativamente nei prossimi anni.

E la scalata europea al mercato incoming cinese avrà una forte spinta nel 2018, dichiarato l’anno del turismo Europa-Cina. I preprativi per implementarlo sono stati avviati questa settimana, con la firma a Pechino degli accordi di partenariato tra la China Tourism Academy (organismo del Ministero del Turismo cinese che sviluppa il turismo outgoing) e la European Travel Commission.

Nell’ambito della collaborazione sarà dato spazio alla formazione, per preparare le imprese turistiche e alberghiere europee ad accogliere al meglio i visitatori cinesi: la European Travel Commission ha selezionato per questo compito la società italiana Select Holding, che gestisce a livello internazionale la certificazione Welcome Chinese, l'unica ufficiale riconosciuta dal governo cinese (500 le realtà certificate Welcome Chinese in 32 paesi), come partner in esclusiva per lo sviluppo delle attività istituzionali e organizzative.

Il programma Europa-Cina si focalizzerà sulla specificità della domanda e sui modelli di comportamento dei visitatori cinesi, con l’obiettivo di garantire da un lato flussi crescenti di incoming e dall’altro che l'accoglienza dei visitatori cinesi superi le loro stesse aspettative. Il turista cinese ha infatti abitudini e cultura profondamente diverse da quelle europee, che ne influenzano le scelte sui viaggi, e Welcome Chinese si occupa di formare gli operatori su cosa vuole e cosa si aspetta il nuovo turista cinese: i percorsi di formazione alle imprese confluiranno poi in incontri per l'attuazione di protocolli di intesa con gli operatori cinesi durante l’ITB di Shanghai a maggio 2017.

Nell’operazione entra anche la tv cinese: in occasione dell’anno del turismo Europa-Cina, Welcome Chinese ha inserito come requisito per gli alberghi che vogliono ottenere la certificazione l’installazione dei canali della China Central Television (CCTV), la tv di stato cinese. E a Pechino Jacopo Sertoli, CEO di Welcome Chinese, ha incontrato il direttore di CCTV Zhao Wenjiang per discutere le iniziative di promozione delle destinazioni europee sulla tv del dragone e di quelle cinesi su Euronews.

L’anno del turismo Europa-Cina sarà inaugurato a gennaio 2018 a Venezia, con una cerimonia a Palazzo Ducale cui interverranno autorità politiche cinesi ed europee e delegazioni di tour operator. L’evento di chiusura si terrà invece a Macao a dicembre 2018

Commenta su Facebook

Altro su...

Turismo