Italian Exhibition Group chiude il 2016 con 123 milioni di fatturato, il risultato è superiore alle aspettative
A

Lorenzo Cagnoni e Corrado Facco

È un risultato superiore alle aspettative quello che emerge dal bilancio preconsuntivo 2016 approvato ieri dal consiglio di amministrazione di Italian Exhibition Group (IEG), la società nata a inizio novembre dall’integrazione tra Rimini Fiera e Fiera di Vicenza: il fatturato consolidato pro-forma (calcolato come se l’integrazione avesse avuto effetto da inizio anno, in modo da esprimere l’intera attività svolta dalle due società nel 2016) si attesta a 123 milioni di euro, oltre 4 milioni in più dei 118,7 previsti.

“Un fatturato che reca un aumento di oltre 4 milioni di euro” commenta il presidente e amministratore delegato di IEG Lorenzo Cagnoni “è motivo di particolare soddisfazione ed è indicativo di un percorso non solo stabile, ma via via rafforzatosi nel corso dell’ultimo triennio e che schiude a prospettive molto positive per il 2017”.

Positivi anche gli altri indicatori economici: il margine operativo lordo (EBITDA) è a 22,9 milioni, con un 4% rispetto alle previsioni, e il risultato netto consolidato è pari a circa 6,6 milioni di euro. La posizione finanziaria netta si è ridotta dai 40,6 milioni di inizio anno ai 39,6 milioni attuali, risultato molto positivo se si considera che nel 2016 sono stati distribuiti dividendi ai soci per 14 milioni di euro, sono stati avviati gli investimenti per l’ampliamento del quartiere di Rimini e sono giunti a scadenza gli ultimi pagamenti per la costruzione del nuovo padiglione 7 di Fiera di Vicenza.

“Sulla base di questi risultati”, ha dichiarato il direttore generale di IEG Corrado Facco, “ha preso avvio il processo di stesura del business plan triennale, che recepirà le nuove scelte strategiche del Gruppo, improntate alla crescita – anche tramite ulteriori operazioni di acquisizione e ulteriori collaborazioni – e al consolidamento del proprio posizionamento in Italia e nel mondo”.

Complessivamente, nelle due sedi di Rimini e Vicenza – entrambe dotate di un quartiere fieristico e di un centro congressi, nel 2016 Italian Exhibition Group ha ospitato 59 fiere e 216 tra congressi ed eventi, sfiorando i 2,5 milioni di visitatori. Numeri che portano la società al primo posto in Italia per numero di manifestazioni fieristiche organizzate direttamente e al secondo per volumi di fatturato.

Commenta su Facebook