Travel: in Italia le prenotazioni da smartphone aumentano del 46%, prevalgono hotel e soggiorni brevi
A
Il travel si compra su mobile. Nel secondo trimestre del 2016 quasi un terzo delle prenotazioni globali di travel (alberghi, voli e pacchetti) è stata effettuata utilizzando dispositivi mobili, con un incremento del 24% anno su anno. In Italia lo sviluppo è più contenuto, nell’ordine del 10%, ma le prenotazioni da mobile rappresentano comunque un buon 23% del totale.

I consumatori utilizzano spesso più dispositivi contemporaneamente per raccogliere informazioni e confrontare le tariffe, ma alla fine le prenotazioni vengono concluse prevalentemente su smartphone, con un aumento del 33% a livello globale e in Italia del 46%. Il settore in cui si sono più diffuse è quello dell'hotellerie: oggi il 20% delle camere d'albergo è acquistato via smartphone.

È questa la sintesi del Travel Flash Report 2016, lo studio di Criteo presentato alla BTO che ha fotografato le abitudini di navigazione e acquisto dei viaggiatori, prendendo in esame i dati aggregati di più di 1.000 inserzionisti del travel.

Un altro dato interessante emerso dal rapporto è quello che ha analizzato come e da chi sono utilizzate le app di prenotazione, che risultano essere la soluzione preferita per i soggiorni brevi: il 72% delle prenotazioni completate tramite app è stata infatti per pernottamenti di una sola notte.

La ricerca di Criteo rileva le mutate abitudini di acquisto e fornisce agli operatori spunti per rispondere al mercato. Investire nello sviluppo di piattaforme facilmente e velocemente fruibili da smartphone, garantire la sicurezza degli acquisiti e lanciare offerte personalizzate che puntano sul concetto di immediatezza come “prenota qui e ora” sono alcune delle indicazioni per ampliare il bacino di clienti e intercettare quel 49% di utenti che effettua le prenotazioni direttamente quando è in viaggio, con poca voglia e tempo da dedicare alla scelta e all'acquisto.

Un altro suggerimento agli operatori è quello di offrire servizi quali l’invio di notifiche per incentivare gli utenti a scaricare le proprie app: secondo Criteo i brand che vi hanno investito nell'arco di 2 anni hanno visto aumentare le prenotazioni via app dal 12% al 54%.

Commenta su Facebook