Perché Instagram è un social ad alto potenziale per le aziende, l’analisi di Blogmeter
A
Che un’immagine valga più di mille parole non è un luogo comune. Secondo la società di consulenza Forrester il re dell’engagement sui social è Instagram, la piattaforma di casa Facebook su cui si condividono immagini e video. I post dei brand su Instagram ottengono un coinvolgimento 58 volte maggiore, per follower, rispetto a quelli su Facebook, e addirittura 120 volte maggiore rispetto a quelli su Twitter.

E l'analisi dell'italiana Blogmeter conferma che investire su Instagram è un'opportunità non solo per l’alto tasso di engagement, ma anche per la continua espansione del social, che è passato da 300 milioni di utenti attivi mensili nel dicembre 2014 a 500 milioni un anno e mezzo dopo, e oggi sono circa 11 milioni gli italiani che lo usano almeno una volta al mese.

A incidere sui risultati delle campagne di comunicazione ed engagement è il settore di appartenenza dell’azienda. Secondo Blogmeter, che ha analizzato 1.400 profili aziendali in 27 comparti, il settore che genera il coinvolgimento maggiore è lo sport seguito dalla moda e dalla bellezza, comparto quest’ultimo che può però contare sulla community più ampia.

Nonostante le evidenze dei risultati, le aziende non sfruttano ancora appieno tutte le potenzialità di Instagram, limitandosi a pubblicare mediamente 30/40 post al mese. Decisamente più attivi sono invece gli editori e i media, con 101 e 69 post mensili rispettivamente.

Commenta su Facebook