Istat: in calo i viaggi di lavoro, le aziende tagliano del 15% le trasferte dei dipendenti
A
È un taglio di proporzioni considerevoli quello che, secondo i più recenti dati Istat, colpisce il settore dei viaggi d’affari a causa della riduzione dei budget aziendali. L’istituto nazionale di statistica indica che il fenomeno della riduzione delle trasferte è in atto da almeno tre anni, con un calo del 15% solo nell’ultimo anno. Nel 2014 il numero dei viaggi di lavoro effettuati dagli italiani per conto delle proprie aziende è stato di 8,1 milioni, mentre il dato consuntivo del 2015 indica una riduzione a 6,8 milioni. In discesa, conseguentemente, anche il numero di persone che si sono spostate per ragioni di business: 840mila nell’ultimo trimestre 2015, a fronte delle 989mila registrate nello stesso periodo del 2014.

Le aziende, evidenzia l’Istat, hanno tagliato in particolare le trasferte legate alla partecipazione dei dipendenti a corsi di aggiornamento e formazione (-61,5%) e a fiere (-62,5%), ma nel periodo considerato si è registrata una flessione significativa anche dei viaggi per prendere parte a conferenze e convegni (-43,9%), riunioni (-52%) e incontri di rappresentanza (-16,8%).

Commenta su Facebook