Dove lasciare le valigie prima di ripartire: nasce Bagbnb, la community del bagaglio in deposito
A
È un nuovo servizio di sharing quello offerto da Bagbnb, startup romana che dà a chi viaggia la possibilità di lasciare in custodia il proprio bagaglio prima di ripartire (o nelle ore fra un volo e l’altro) per poter girare la città liberamente e senza l’ingombro di trolley e valigie al seguito. L’idea risponde a un’esigenza reale di turisti e viaggiatori cui la logistica o il tipo di accommodation non consentono di lasciare i bagagli in deposito e che invece grazie a Bagbnb si possono ora appoggiare a una rete di Angel, veri e propri “angeli custodi” che si rendono disponibili a ospitare le valigie.

Gli Angel sono prevalentemente locali pubblici (negozi, bar, locali, ristoranti e simili) ma anche privati che dispongono di un po’ di spazio in casa. L’Angel si registra sulla piattaforma e per ogni bagaglio “ospitato” riceve il pagamento di 3 euro direttamente da Bagbnb. Il vantaggio, oltre a quello del guadagno extra, è anche nel potenziale aumento delle vendite, visto che i proprietari delle valigie potrebbero volere consumare o acquistare quando entrano nel locale. E i privati possono anche offrire il servizio doccia, oppure affittare la loro bicicletta, o anche, dice Bagbnb, accompagnare i turisti in aeroporto, generando così un reddito extra.

I viaggiatori localizzano sul sito di Bagbnb l’Angel più comodo o più vicino, prenotano il check-in e il check-out della valigia e gli eventuali altri servizi, e pagano online. E naturalmente possono pubblicare sulla piattaforma una recensione sull’Angel. Per il momento il servizio Bagbnb è disponibile solo a Roma, dove si è già strutturato con più di 30 Angel, ma il network è destinato ad ampliarsi e a sbarcare anche in altre città d’Italia e all’estero.

Commenta su Facebook

Altro su...

Sharing economy