Twitter modifica il limite dei 140 caratteri, nei tweet più spazio alla voce degli utenti
A
Il cambiamento era nell’aria dall’anno scorso, ma l’ipotesi iniziale di togliere il vincolo di lunghezza ai tweet – e togliere quindi a Twitter la sua caratteristica peculiare – è stata definitivamente archiviata. In arrivo, pare già dal 19 settembre, è invece un “nuovo modo” di conteggiare i 140 caratteri di cui gli utenti dispongono per elaborare il proprio messaggio.

A pubblicare la notizia, che peraltro Twitter non ha voluto commentare, è il sito tech americano The Verge, secondo il quale il nuovo calcolo dei caratteri non terrà conto né dei nomi degli utenti nelle risposte, né degli "allegati" (immagini, video etc) e nemmeno dei tweet citati, in modo da lasciare agli utenti 140 caratteri netti ed effettivi per scrivere il messaggio.

Del resto, ricorda The Verge, già a gennaio il CEO del social Jack Dorsey aveva affermato che mai Twitter avrebbe perso la creatività, brevità e velocità che ne caratterizza i contenuti proprio in virtù del limite di lunghezza, originariamente implementato per poter inviare i tweet via SMS. Non è dunque una rivoluzione, ma per Twitter, che per la prima volta cambia il proprio format, è comunque un cambiamento significativo.

Commenta su Facebook

Altro su...

Social media