Il gadget è l'immagine dell’evento: 5 suggerimenti per renderlo memorabile e valorizzare il brand
A
Il motivo per cui si partecipa a un evento non è certo l’omaggio che si riceve, ma è inutile negare che un regalo bello, utile o originale non può che costituire una gradita sorpresa e contribuire a una migliore esperienza dell’evento. Il regalo – o gadget che dir si voglia – per i partecipanti ha una duplice funzione: "rappresenta" l’evento e l’azienda che lo promuove e ne costituisce il ricordo futuro. Cosa regalare ai partecipanti non è quindi un tema banale, da liquidare con il primo gadget a disposizione, perché anche attraverso l’omaggio si crea una connessione fra il brand e il suo ospite.

I  suggerimenti per sfruttare al meglio le potenzialità del regalo ai partecipanti arrivano da Lauren Melnick, che sul blog di SpecialEvents.com premette due considerazioni: per essere apprezzato, l’omaggio deve avere un valore agli occhi di chi lo riceve, e per essere efficace deve avere una vita oltre l’evento. Ecco come scegliere un regalo che sia tanto apprezzato quanto efficace.

Un regalo che dura nel tempo
Il primo suggerimento è appunto quello di regalare un oggetto “durevole”, che possa essere usato nel tempo e che sia personalizzato con il logo dell’azienda o dell’evento (non troppo invasivo però...). Un gadget gastronomico è sempre molto gradito, ma a meno che il contenitore non sia riutilizzabile con altra funzione, una volta che il prodotto è consumato al partecipante non rimarrà nulla che gli ricordi l’evento.

L’uso immediato
Prendere in considerazione qualcosa che possa essere usato già nel corso dell’evento. Un elegante quaderno per prendere appunti, un porta biglietti da visita, una borsa congressuale: l’utilizzo immediato genera da subito un legame fra l’oggetto e l’evento e amplifica l’esposizione del brand e la sua visibilità presso i partecipanti.

Prediligere la qualità
Anche se piccolo, il regalo deve essere di qualità. Un oggetto curato, di buona fattura, personalizzato e di aspetto gradevole (se non addirittura di design) testimonia non solo la considerazione che l’azienda ha per i propri ospiti, ma anche il valore che attribuisce all’occasione d’incontro e all’evento.

Il fattore rilevanza
L’omaggio deve avere un legame (concreto o simbolico) con i valori dell’azienda o con l'evento ed essere rilevante (cioè adatto e utile) per i partecipanti. Così come parrebbe strano se un’azienda di tecnologia regalasse scatole di pastelli colorati, allo stesso modo risulterebbe incongruo fare omaggio di bandane colorate a un gruppo di manager.

Pensare in piccolo
Per dare al gadget una vita dopo l’evento è bene pensare in piccolo. Nella maggior parte dei casi la partecipazione a un evento implica un viaggio, e un regalo ingombrante, pesante o che non può essere trasportato in aereo (se è questo il caso) verrà sicuramente lasciato indietro. La dimensione impatta anche l’azienda o l’organizzatore, che deve trasportare gli omaggi nella location. Oltre a peso e ingombro, è bene valutare anche il packaging, per evitare di dovere disimballare gli oggetti a uno a uno e riconfezionarli per essere consegnati ai partecipanti.

Commenta su Facebook

Altro su...

Event management