Nielsen: gli italiani e i tablet, il 70% è soddisfatto del nuovo device
A
Giovani ma non giovanissimi (il 52% ha meno di 44 anni), equamente distribuiti tra uomini e donne, benestanti ma non ricchi (il 42% dichiara un reddito familiare tra 35.000 e 75.000 euro): è l’identikit dei possessori di tablet in Italia, circa un milione, secondo il Connected Device Report di Nielsen. La società di ricerca ha condotto l’indagine su un campione di 9.000 famiglie.

Negli ultimi mesi questo dispositivo mobile ha registrato un successo di vendite, trainato dall’iPad Apple, e si sta diffondendo a fasce sempre più ampie di utenza: “Il confronto tra il profilo demografico dei possessori di tablet e di smartphone evidenzia come il tablet sia oggi addirittura più trasversale indipendentemente dalla propensione alla tecnologia dell’utilizzatore” spiega Nielsen.

Il tablet viene adoperato per numerosi scopi, oltre ai due più comuni: posta elettronica (65%) e navigazione internet (59%); leggere riviste e quotidiani, accedere ai social network, visualizzare e scaricare fotografie e video.

Sette possessori su dieci sono soddisfatti, soprattutto per la facilità d’uso e lo schermo: la dimensione ridotta è considerata un vantaggio rispetto al personal computer, perché più comodo da tenere in mano e da trasportare; la dimensione maggiore rispetto allo smartphone, rende più facile l'utilizzo e fornisce una qualità di lettura migliore.

Inoltre, è il dispositivo più adatto, secondo la ricerca Nielsen, per l’uso condiviso: oltre la metà dei possessori lo rende disponibile agli membri della famiglia; viene adoperato soprattutto da casa, secondo il 59% di chi lo utilizza più volte al giorno.

Commenta su Facebook