Il calcio di Euro 2016 porta in Italia 180 milioni di indotto, aumentano gli eventi aggregativi per seguire le partite
A
I grandi eventi sportivi fanno bene ai paesi che li ospitano ma anche a quelli coinvolti come “semplici” spettatori che tifano per le proprie squadre nazionali.

Ne è un esempio Euro 2016, il campionato europeo di calcio in corso in Francia. Secondo quanto stimato dalla Camera di Commercio di Monza e Brianza le fasi finali del torneo porteranno in Italia un indotto complessivo stimato in 180 milioni di euro, generato sia dall’allestimento di maxi schermi nei luoghi di maggiore afflusso delle città sia dagli introiti aggiuntivi di bar, pizzerie e pub in cui i tifosi si riuniscono per assistere agli incontri.

Nella sola Milano a giugno Euro 2016 ha dato impulso agli affari del 26% dei negozi (per lo shopping sportivo) e dei locali. Le Camere di Commercio di Milano e di Monza e Brianza hanno infatti rilevato che il 9% dei titolari organizza iniziative per le partite, in particolare attività che offrono sono sconti e promozioni nei giorni in cui giocava la nazionale, e che il 6% ha riportato aumenti di fatturato.

Commenta su Facebook

Altro su...

Eventi sportivi