Le professioni del web più ricercate in Italia sono quelle legate a marketing e comunicazione, ecco i profili
A
Benché l’Italia digitale sia in ritardo, agli ultimi posti in Europa sia per uso del web da parte dei cittadini sia per integrazione delle tecnologie nel sistema produttivo, le statistiche dell’Unione Europea indicano che siamo fra i paesi che si muovono più velocemente verso la riduzione del gap digitale che ci divide dai paesi più virtuosi. E la corsa alla digitalizzazione ha un impatto diretto sulla domanda di figure professionali specializzate, destinata ad aumentare nei prossimi anni.

A profilare invece la domanda attuale è la società di recruitment Kelly Services Italia, secondo la quale le figure del web più ricercate in questo momento dalle aziende italiane – ecommerce manager, digital strategist, digital project manager, social media manager, social media analyst e community manager – sono tutte legate all’ambito marketing e comunicazione, che risulta quindi, insieme alle vendite, essere quello a maggiore priorità di digitalizzazione.

Ognuno di questi profili, dice Kelly Services, deve avere le competenze tecniche del ruolo specifico, ma ad accomunarli devono essere la conoscenza delle varie forme di web advertising, delle tecniche di SEO (Search Engine Optimization, cioè l’ottimizzazione del posizionamento delle pagine web sui motori di ricerca) e di SEA (Search Engine Advertising, per esempio Google Adwords). Chi si occupa di web in ambito marketing e vendite deve poi sapere utilizzare gli strumenti di CRM (Customer Relationship Management) e CMS (Content Management System, per la gestione dei contenuti dei siti), i tool di analisi come Google Analytics e le piattaforme di marketing automation (come quelle per l’email marketing) per rendere i processi più efficienti.

In generale, specifica Kelly Services, i professionisti del web sono anche accomunati dall’attitudine alla formazione e all’aggiornamento continui: data la velocità con cui gli strumenti digitali si evolvono, competenze e conoscenze diventano obsolete nel giro di pochi mesi.

Ecco le descrizioni dei 6 ruoli del web oggi più ricercati.

L’ecommerce manager si occupa dell’elaborazione delle strategie (valutazione, pianificazione e realizzazione del progetto) per il lancio di un prodotto o di un servizio ed è responsabile della vendita online. In genere ha un background economico-gestionale, conosce il marketing e i mercati internazionali.

Il digital strategist stabilisce le strategie di web e social media marketing per promuovere il brand e i suoi prodotti. Deve avere capacità di comunicazione e di analisi, conoscere la comunicazione pubblicitaria e padroneggiare strumenti e tecniche di web marketing, SEO, SEM e social media marketing.

Il digital project manager gestisce l’intero ciclo di vita di un progetto di comunicazione digitale, rispettando i tempi, il budget e le strategie aziendali.

Il social media manager adatta le strategie di marketing ai diversi canali social, con l’obiettivo di ottimizzare la comunicazione di prodotti e servizi, e gestisce la presenza dell’azienda sui social network.

Il social media analyst studia il ritorno dell’investimento sui social media attraverso l’analisi dei dati di performance sui canali.

Il community manager gestisce il rapporto tra le diverse community online e l’azienda sui canali social.

Commenta su Facebook