Il ROI dei social media: le piattaforme su cui puntare e i trend di investimento delle aziende
A
Non importa qual è l’obiettivo: che si utilizzino i social media per dare visibilità al brand oppure per fidelizzare i clienti, per trovare nuovi contatti o per vendere prodotti o servizi, la principale metrica con cui valutare l’efficacia della propria attività di social media marketing è il ritorno sull’investimento. E la quasi totalità dei responsabili del marketing digitale nelle aziende dei più diversi settori merceologici concorda nel ritenere che ad avere prodotto il ritorno sull’investimento più elevato nell’ultimo anno sia stato Facebook.

Il dato, che arriva dall’indagine condotta da Social Fresh e pubblicata nel report The Future of Social, smentisce in toto le previsioni che circolano su blog e siti specializzati secondo cui Facebook sta perdendo appeal e diventerà marginale nel prossimo futuro. Anzi: secondo la ricerca, sarà proprio Facebook ad assorbire la maggior quota di investimenti delle aziende nel corso del prossimo anno, forte anche dei 1,4 miliardi di iscritti che si prevede raggiungerà entro fine 2016.

A indicare il primato di Facebook nel generare ROI è il 96% dei 550 responsabili di digital marketing intervistati in 8 grandi mercati, fra cui l’Italia; la seconda piattaforma più efficace nel generare ritorni è Twitter, che riceve il 63,5% dei consensi, seguita da Instagram con il 40% e da LinkedIn con il 38%. Molto distanti Pinterest (10%), SlideShare (4%) e Snapchat, il social che tanto successo sta riscuotendo presso gli utenti più giovani ma che in termini di risultati di business è apprezzato solo dal 2,1% di chi ne valuta il ritorno.

E i trend di investimento delle aziende rispecchiano fedelmente la percezione dell’efficacia del canale: nei prossimi 12 mesi le piattaforme su cui punteranno di più sono Facebook (76%), Instagram (42%), Twitter (41%) e LinkedIn (36%), mentre Pinterest e Snapchat saranno l’investimento principale soltanto per il 12 e l’11% delle aziende rispettivamente.

In uno scenario dove le attività di social media marketing si stanno consolidando, indica infine il report, le aziende si focalizzano in maniera crescente sulla produzione e diffusione di contenuti: fra le attività quotidiane dei team social, quella cui viene dedicata la maggior parte del tempo è proprio lo sviluppo di contenuti. I più prodotti su base mensile sono le immagini, i post dei blog, i video e le infografiche, tutti format ritenuti efficaci perché di facile fruizione da parte degli utenti.

Commenta su Facebook