Il fatturato del turismo cresce del 3,6%: i visitatori internazionali hanno speso nel mondo 1.200 miliardi di dollari
A
Per il quarto anno consecutivo, il fatturato prodotto dal turismo internazionale è cresciuto l’anno scorso più dell’export complessivo a livello mondiale. L’incremento, secondo i dati diffusi dalll’UNWTO, l’organizzazione mondiale per il turismo, è stato del 3,6% per il turismo e del 2,8% per le esportazioni. Considerato come settore di export (perché porta valuta estera alle destinazioni) il turismo internazionale è al terzo posto per valore economico dopo quello dei combustibili e della chimica e prima di di alimentari e automotive.

L’UNWTO indica che nel 2015 il fatturato generato nelle destinazioni del mondo dai visitatori internazionali per alloggio, cibo, intrattenimento, shopping e altri servizi ha superato i 1.200 miliardi di dollari; aggiungendovi i 210 miliardi prodotti dai trasporti internazionali il fatturato totale generato dal turismo – e considerato come voce di export – arriva a quota 1.400 miliardi, cioè quasi 4 miliardi di dollari al giorno di media. Il turismo internazionale rappresenta oggi il 7% del totale delle esportazioni mondiali e il 30% delle esportazioni di servizi.

Le destinazioni con i più elevati volumi di fatturato turistico sono state l’anno scorso gli Stati Uniti (178 miliardi), la Cina (114 miliardi), la Spagna (57 miliardi) e la Francia (46 miliardi), mentre chi ha speso di più per turismo internazionale sono stati cinesi (292 miliardi), americani (120 miliardi), tedeschi (76 miliardi) e britannici (63 miliardi), seguiti da francesi (38 miliardi), russi (35 miliardi) e sudcoreani (25 miliardi).

Commenta su Facebook