Differenze di genere nel comportamento di acquisto del business travel: le donne fanno risparmiare le proprie aziende
A
Quando le donne devono prenotare il volo per una trasferta di lavoro lo fanno prima dei propri colleghi maschi: giocando d’anticipo si aggiudicano le tariffe più vantaggiose permettendo quindi alle aziende di diminuire la spesa per i viaggi d’affari.

A rilevare come la differenza di genere intervenga nella tempistica di acquisto dei biglietti aerei è Carlson Wagonlit Travel, l’agenzia di business travel che ha esaminato i 6,4 milioni di transazioni effettuate nel 2014 dagli 1,8 milioni di professionisti del proprio database clienti, composto per il 30% da donne.

Secondo l'analisi le donne prenotano mediamente 2 giorni prima degli uomini. La differenza, apparentemente minima, consente però alle aziende di ridurre significativamente i costi delle trasferte quando è applicata su grandi volumi. A parità di tratta e condizioni di viaggio, infatti, gli acquisti fatti dalle donne permettono di risparmiare 17 dollari per ogni transazione, cifra pari a circa il 2% del prezzo medio del biglietto.

A influire sui tempi di prenotazione non è però solo la differenza di genere, ma anche l’età dei business traveller e la frequenza con cui vanno in trasferta. Più il viaggiatore d’affari avanza con gli anni, più diventa previdente: i settantenni di entrambi i sessi prenotano infatti i voli con 55 giorni prima dei loro omologhi trentenni. A muoversi sotto data sono soprattutto i frequent flyer che viaggiano più di 2 volte al mese, e a incidere sul comportamento comune a uomini e donne è l’aumento dei viaggi a breve raggio, da organizzare con sempre meno preavviso.

Commenta su Facebook