Cresce in Italia il consumo di video: in un mese ne sono stati visualizzati 8,1 miliardi, Facebook e Google i principali canali
A
Sono video e mobile a trainare la crescita dell’online in Italia. Secondo le rilevazioni di comScore, nel mese di gennaio sono stati 37,5 milioni (cioè il al 64% della popolazione) gli italiani che hanno navigato in internet, in aumento del 9% (cioè di 3,2 milioni di utenti) rispetto allo stesso mese dello scorso anno. E i video sono fra i contenuti più consumati, in crescita sia da computer che da mobile. Quasi 30 milioni di utenti hanno visto video online da computer e 16,3 milioni li hanno visualizzati da smartphone o tablet.

A determinare l’incremento del numero degli utenti online, dice comScore, sono stati innanzi tutto i dispositivi mobili, attraverso i quali a gennaio si sono connessi al web 25,1 milioni di utenti, il 23% in più rispetto allo stesso mese del 2015. Ma anche i video sono volano di crescita: quei 30 milioni di persone che li hanno visualizzati da computer sono pari all’intera popolazione che da computer si è connessa al web. Ciò significa che chiunque abbia effettuato un accesso a internet tramite computer ha visualizzato un video online. L’incremento è del 18% in termini di utenti e del 21% in termini di video visualizzati, che nel solo mese di gennaio hanno raggiunto quota 8,1 miliardi.

La viralizzazione su computer avviene principalmente attraverso i siti di Google (YouTube in primis) e di Facebook, che in Italia raggiungono rispettivamente 19,5 e 17 milioni di utenti desktop. Scorrendo la classifica, dopo la piattaforma di video musicali Vevo (8,4 milioni) c’è Banzai, seguito da due soggetti nati come rispettivamente come broadcaster ed editore tradizionali ma oggi in grado di portare online oltre 5 milioni di video-spettatori al mese: il Gruppo Mediaset (5,5 milioni) e il Gruppo Editoriale Espresso (5,4). Chiude la top ten Italiaonline, player nativo digitale che ha 4,8 milioni di utenti video unici.

Commenta su Facebook

Altro su...

Web e digital