Banca d'Italia: aumenta l’attivo della bilancia turistica, gli stranieri hanno speso in Italia 35,7 miliardi di euro
A
Il 2015 è stato un anno di buoni risultati per l’industria turistica italiana. Lo attestano anche i dati della Banca d’Italia, che sottolineano come, lo scorso anno, le spese degli stranieri nel nostro paese siano aumentate di 4,5 punti percentuali, salendo a 35,7 miliardi di euro.

La spesa pro capite giornaliera degli ospiti internazionali è stata pari a 102 euro, a +2,1%. In aumento, seppur in misura minore, le spese degli italiani all’estero, attestatesi a 22 miliardi, cioè +1,5% sull’anno precedente, con una media di 75 euro di spesa pro capite al giorno. La bilancia dei pagamenti turistica è quindi in attivo di 13,7 miliardi di euro, un risultato in crescita rispetto ai 12,5 miliardi di attivo registrati nel 2014.

I big spender, riporta TTGItalia.com, sono i tedeschi, con 5,4 miliardi, seguiti dai francesi con 3,5 miliardi e dagli inglesi, a quota 2,9 miliardi. Ma lo studio della Banca d’Italia evidenzia anche un dato non positivo: la diminuzione della permanenza media degli stranieri in Italia, che ora è di 6,5 giorni, in calo del 2,2% rispetto all’anno precedente.

Commenta su Facebook