Non più solo “like”: su Facebook arrivano altre 5 emozioni per commentare i post, anche quelli dei brand
A
Era nell’aria da tempo, e dopo un anno di test in diversi paesi, Facebook si è finalmente decisa e ha introdotto 5 nuovi emoji con cui gli utenti possono commentare i post in aggiunta al “like” che del social in blu è il marchio di fabbrica.

Gli emoji di Facebook si chiamano “reactions” e ampliano la gamma di emozioni con cui le persone possono rispondere ai contenuti dei post esprimendo affetto, risate, tristezza, rabbia o stupore. Il lungo periodo di test, racconta sul blog di Facebook il product manager dei reactions Sammi Krug, è servito per identificare le emozioni che gli utenti avrebbero voluto più spesso esprimere e per assicurarsi che le icone scelte fossero immediatamente comprensibili in tutti i paesi e in tutte le culture.

Per inserire la “reaction” occorre tenere premuto il bottone like su smartphone, oppure passarci sopra con il mouse sul computer, e selezionare l’icona prescelta. Sotto ogni post compariranno poi le 3 reaction più utilizzate e il numero complessivo di quelle espresse.

Potrà sembrare poca cosa, ma l’introduzione delle 5 emozioni rivoluziona la comunicazione su Facebook come l’abbiamo conosciuta finora e introduce una nuova tematica per i brand e le aziende che usano il social per parlare al proprio pubblico, le quali dovranno misurarsi anche con reazioni negative di rabbia o tristezza.

Se non altro Facebook ha rinunciato definitivamente al bottone “non mi piace”: ufficialmente perché il timore di ricevere “non mi piace” potrebbe inibire le attività e i post degli utenti, ma propabilmente anche perché il pollice verso potrebbe rivelarsi un boomerang per i brand, che smetterebbero subito di fare pubblicità su Facebook.

Commenta su Facebook