Le 10 aziende italiane che spendono di più in pubblicità hanno investito 891,7 milioni di euro: budget in crescita per metà dei brand
A
Top spender in Italia è Ferrero, che nel 2015 ha investito 112,4 milioni di euro in pubblicità, il 28% più dell’anno precedente. Al secondo posto Procter & Gamble con 111,3 milioni, in calo invece del 3,2% e al terzo Volskwagen, che nel 2015 ha speso in advertising il 4,5% in più rispetto all’anno precedente toccando quota 105,5 milioni di euro.

I dati Nielsen, riportati dal Sole 24 Ore, quantificano in 891,7 milioni di euro il totale della spesa pubblicitaria in Italia da parte dei 10 maggiori investitori aziendali: il monitoraggio include soltanto i canali tradizionali – con la tv che assorbe il 54% della spesa – e non comprende la pubblicità digitale, che fra social media e motori di ricerca in Italia vale 1,7 miliardi di euro (8 miliardi il valore complessivo degli investimenti pubblicitari).

Al quarto posto fra i big spender c’è Fiat, che con 100,8 milioni ha registrato un incremento anno su anno del 6,1%. Seguono Barilla, Vodafone, L’Oreal e Telecom, tutti con investimenti in calo, e in chiusura Unilever e Nestlè, che hanno aumentato la spesa pubblicitaria portandola, rispettivamente, a 75,4 e 62 milioni di euro.

Commenta su Facebook

Altro su...

Aziende

Pubblicità