Arriva MagicEvent, l’Airbnb per chi partecipa a eventi di business: "promette" anche l’effetto team building fra colleghi
A
Funziona come Airbnb, ma la sua caratteristica è quella di offrire l’accommodation privata, oltre che nei centri città, anche in prossimità di centri congressi e quartieri fieristici, con l’obiettivo specifico di servire il target dei business traveller che si spostano per partecipare agli eventi.

Si chiama MagicEvent, ed è una startup francese che ha cominciato a operare nel 2014 ma che adesso si presenta per la prima volta fuori dai propri confini nazionali, al Business Travel Show in programma a Londra a febbraio. La piattaforma è tipicamente quella della sharing economy per l’ospitalità: ha in portfolio circa 20mila soluzioni ricettive in 60 città d’Europa e di fuori Europa che classifica da 1 a 5 stelle in base a criteri di comfort e dotazioni.

La particolarità del sito è che la ricerca dell’accommodation può avvenire anche partendo dall’evento cui si intende partecipare: si inserisce il settore merceologico di riferimento, il paese e la città e il sistema trova automaticamente l’evento proponendo appartementi nelle immediate vicinanze della sede di svolgimento e azzerando così il problema di chi, in occasione di grandi fiere o grandi congressi, non trova più una camera d’albergo libera a ragionevole distanza dal centro congressi o quartiere fieristico.

Per soggiorni a Parigi, MagicEvent offre anche una app di “mobile concierge” attraverso la quale si possono prenotare auto con conducente, servizi di pulizia e di lavanderia, così come fruire di informazioni sulla destinazione.

Il tutto ottimizzato per le aziende, con strumenti per il monitoraggio delle prenotazioni e della spesa dei dipendenti, programma fedeltà, programmi di prenotazione specifiche per le agenzie e accommodation dedicate agli organizzatori di eventi.

Secondo MagicEvent, la soluzione della casa privata come alloggio in occasione di fiere o congressi può fare risparmiare alle aziende fra il 30 e il 60% dei costi. Senza contare l’effetto team building dato dal condividere per qualche giorno una casa con un gruppo di colleghi.

© Event Report – riproduzione consentita con credito e link alla fonte

Commenta su Facebook