Social media: in Italia l'incremento degli utenti è sopra la media europea, ancora marginale l'uso professionale
A
In Italia le attività di comunicazione e marketing che sfruttano i social network hanno ancora buoni margini di crescita. Con gli attuali 22,5 milioni di utenti, il paese è il quarto in Europa dopo Germania, Regno Unito e Francia per numero di iscritti ai social network, e le stime da qui ai prossimi 3 anni prevedono un tasso di incremento degli utenti superiore alla media europea.

Secondo una stima di eMarketer, entro la fine dell’anno gli italiani che useranno i social saranno 23,3 milioni, per arrivare a 25 milioni entro il 2019. A guidare l’espansione saranno i giovani. In base ai dati Istat 2015 sui social non professionali gli utenti più attivi sono stati i teenager di 18/19 anni, pur con differenze di genere: a utilizzali è stato l’84,5% dei ragazzi e il 90% delle ragazze.

Sui social professionali invece, fra cui Linkedin, gli utenti più attivi sono nella fascia d'età fra i 25 e i 34 anni, ma senza un divario significativo tra i sessi: il 17,2% delle donne e il 19,4% degli uomini.

In generale, in Italia a usare i social network "personali" è il 57,5% delle donne e il 54,9% degli uomini, mentre l'uso delle piattaforme "professionali" è limitato al 13,4% degli uomini e al 10,5% delle donne.

Commenta su Facebook