Il sito web come strumento di business: 8 cose da mettere sempre in homepage
A
È la porta d’ingresso virtuale, quella che in genere accoglie la maggior parte degli utenti, che siano potenziali clienti o visitatori casuali. E come tale la homepage del sito di un’impresa, stampata sui biglietti da visita e sui materiali promozionali, è un punto d'accesso importantissimo, una prima impressione sulla base della quale il visitatore decide di entrare oppure di andarsene subito.

La decisione dipende dalla stuttura e dai contenuti della homepage, che deve invogliare gli utenti a entrare nel sito: a suggerire gli elementi che devono comporla è un’infografica di HubSpot, dalla quale abbiamo tratto gli 8 punti più significativi. Eccoli.

Titolo
Un sito web deve raccontare in 3 secondi cosa offre l’impresa che ne è titolare. La soglia di attenzione delle persone è molto ridotta e il titolo serve proprio a comunicare in modo diretto e immediato di cosa ci si occupa. Su come comunicarlo le scuole di pensiero si dividono fra chi pensa che il titolo debba essere pensato per chiunque arrivi sul sito e chi invece ritiene che debba essere di richiamo solo per il target potenzialmente interessato al prodotto o servizio. In entrambi i casi, chiarezza e semplicità sono d’obbligo.

Sottotitolo
È il secondo elemento più importante dell’homepage. Integra il titolo con una breve descrizione di cosa fa o cosa offre l’impresa. Anche qui ci vogliono semplicità e chiarezza, più un pizzico di appeal: un sottotitolo efficace è, per esempio, quello che indica l’esigenza che il prodotto o servizio soddisfa o il “problema” che risolve. Attenzione alla dimensione di caratteri, che devono essere leggibili anche sullo schermo di uno smartphone. Hubspot consiglia almeno 22 px.

Immagini di supporto
La maggior parte delle persone è attratta prima da un’immagine che da un testo. Nell’homepage ci deve essere un’immagine “emozionale”, o anche un breve video, che racconta il prodotto o il servizio. Le immagini devono essere di buona qualità ma di peso ridotto, per non rallentare il caricamento della pagina.

Call to action
È il testo che “invita” l’utente a compiere una specifica azione sul sito. Per esempio, “guarda il menù” se si tratta del sito di un ristorante, oppure “prova il prodotto”, “prendi un appuntamento”, “guarda gli eventi che abbiamo organizzato”, “scarica la guida alla destinazione” o qualunque altra azione sia funzionale a portare l'utente su altre pagine del sito. Graficamente le call to action devono essere brevi e facilmente distinguibili. Il suggerimento è di posizionarle nella parte alta della pagina (visibili senza dover scrollare in basso) e non troppo vicino ad altri link per evitare clic accidentali da mobile.

Menù di navigazione
È quello che indica all’utente il percorso di navigazione: la sua struttura e contenuti possono determinare se un utente lascia subito il sito (perché non sa dove andare o non trova niente di interessante) oppure se ne prosegue la consultazione. Le voci del menù devono essere ben visibili in cima alla pagina e devono indicare chiaramente cosa c’è nelle sezioni del sito cui conducono. Il menù di navigazione deve essere testato da utenti terzi per assicurarsi che i percorsi siano intuitivi e che sia facile trovare ciò che si cerca.

Valore aggiunto
Dopo avere chiarito cosa si offre è importante raccontare anche i vantaggi di ciò che si offre, cioè il valore aggiunto del prodotto, del servizio o delle linee di prodotto. I testi devono essere brevi e non troppo infarciti di cliché commerciali: meglio parlare il linguaggio dei clienti e andare concretamente al punto.

Testimonial
Inserire in homepage la frase di uno o più clienti soddisfatti serve a rendere più credibile la proposizione del sito. Tutti sono bravissimi e offrono ottimi prodotti e servizi, ma se a dirlo è un cliente risulta certo più convincente. Nome e foto del testimonial aumentano la credibilità. Le citazioni si possono linkare alle case history dei clienti contenute nel sito.

Successi e riconoscimenti
A influire sulla prima impressione dell’utente che visita il sito sono anche i successi sul mercato. Premi, riconoscimenti, menzioni ottenuti dall’impresa per i suoi prodotti o servizi trovano un ottimo posto in homepage.

Commenta su Facebook

Altro su...

Web e digital