I dipendenti Gabel senza email per una settimana, l'obiettivo è migliorare la comunicazione in azienda
A
È iniziato ieri per concludersi venerdì l’esperimento che coinvolge i dipendenti di Gabel, azienda comasca che produce tessili per la casa. Per una settimana la comunicazione tra colleghi non avverrà via email ma con la "vecchia" consuetudine di parlarsi.

Ad annunciare le giornate senza email è stata… una email dell’amministratore delegato Emilio Colombo a tutti i dipendenti: “Buongiorno a tutti voi, nel corso delle precedenti settimane abbiamo raccolto e fatto nostro ciò che pensate sia giusto per quest'azienda. Tra le diverse iniziative che saranno intraprese, partiamo tutti insieme con un esperimento che ci riporterà indietro nel tempo, a quando la gente si parlava di più e la collaborazione era immediatamente fattiva in vista di un obiettivo e un bene comune. Per questo motivo, dichiariamo la settimana dal dal 9 al 13 novembre 'email free': vi invitiamo cioè a non usare l'email per le comunicazioni interne (tra colleghi presso la medesima sede), a favore di un contatto più diretto e immediato”.

Come si legge nelle parole dell’amministratore delegato, l’iniziativa rientra nella volontà della società di migliorare la soddisfazione sul luogo di lavoro intervenendo sugli aspetti di criticità emersi dall’analisi del clima aziendale. Nel corso delle interviste fatte a impiegati e operai era stato infatti indicato come proprio l'evasione delle sempre più numerose mail interne fosse un aspetto particolarmente pesante nella gestione della propria giornata.

Al termine della settimana sperimentale basata sul dialogo faccia a faccia Gabel misurerà i risultati ottenuti, considerando il numero medio di email comunque inviate e intervistando i capi ufficio per valutare come i progetti siano stati portati avanti in termini di tempistiche, risultati e soddisfazione generale.

Commenta su Facebook

Altro su...

Aziende

Comunicazione