Aperte le candidature al Premio Cultura+Impresa, nuovo trend fra comunicazione e responsabilità sociale
A
I progetti chiamati a concorrere si dividono in 3 sezioni – sponsorizzazioni e partnership, produzioni culturali d’impresa e fondazioni d’impresa – e il premio vuole essere non solo un riconoscimento alle migliori operazioni intraprese dalle aziende italiane, ma anche un osservatorio per individuare e valorizzare le eccellenze della collaborazione tra operatori culturali e imprese che investono in cultura per le proprie attività di comunicazione, o per finalità istituzionali.

Il Premio Cultura + Impresa, promosso dall’omonimo comitato non profit fondato da Federculture e The Round Table, è sostenuto da associazioni del mondo della comunicazione quali Assocom, Assorel, Ferpi, Upa (oltre che dalla Camera di Commercio di Milano e da numerosi partner), e l’edizione 2015 arriva in un momento favorevole di rinnovata motivazione dei privati a investire in cultura.  

Merito anche delle iniziative varate negli ultimi mesi: dall’Art Bonus, lo strumento di incentivazione degli investimenti messo a punto dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, al portale Upaperlacultura.org, che vede impegnata nelle sponsorizzazioni culturali l’UPA, l’associazione delle imprese che investono in comunicazione in Italia, fino allo Sportello delle sponsorizzazioni culturali della Camera di Commercio di Milano.

Cresce così il numero delle imprese che fanno della cultura il settore primario dei propri investimenti nel sociale, affiancando a sponsorizzazioni e partnership anche le produzioni culturali d’impresa. “Questi”, sottolinea il presidente del Comitato Cultura + Impresa Francesco Moneta, “sono interventi realizzati in proprio da aziende e fondazioni d’impresa con la consapevolezza che la cultura rappresenta oggi per il nostro paese un fattore di crescita e di benessere individuale e uno dei motori del nostro sviluppo economico e sociale”.

La partecipazione al premio è aperta a tutti i progetti presentati da operatori culturali pubblici e privati, amministrazioni pubbliche, aziende, fondazioni d’impresa, organizzazioni non profit e agenzie di comunicazione. I progetti devono essere stati avviati dopo il 1° settembre 2014 e conclusi, o realizzati in parte significativa, entro il 30 ottobre 2015.

La partecipazione gratuita, e i progetti candidati dovranno pervenire entro il 15 dicembre 2015 preferibilmente attraverso la piattaforma ideaTRE60 oppure all'indirizzo premio@culturapiuimpresa.it.

Commenta su Facebook