10 ragioni per cui le città devono attivarsi per acquisire e ospitare eventi
A
Certo, si sa. Gli eventi di business – convention aziendali, congressi medici, convegni scientifici, professionali, istituzionali – riempiono gli alberghi e fanno lavorare il settore dell’ospitalità, soprattutto nei periodi di bassa stagione turistica. Ma le ragioni per cui le città devono attivarsi per acquisire e ospitare eventi sono anche altre, e di più ampio respiro.

A ricordarle è Rod Cameron, direttore esecutivo dell’International Association of Convention Centres (AIPC) che sul sito di CEI Asia indica i benefici che gli eventi portano alle destinazioni non solo in termini di ricaduta turistica, ma anche di sviluppo sociale, economico, imprenditoriale e scientifico, e di ritorno di immagine.

Ecco secondo Cameron, le 10 ragioni per cui vale la pena darsi da fare per portare eventi nella propria città.

I delegati spendono più dei turisti
La ragione è semplice: chi partecipa a un evento di business o a un congresso è probabile che sia un professionista con buona capacità di spesa oppure che le spese siano coperte dal datore di lavoro. Nel caso di eventi corporate paga direttamente l’azienda e ciò si riflette sul livello dell’accommodation e della spesa generale nella destinazione. Che delegati e congressisti spendano più dei turisti è stato confermato negli anni da tutti gli studi di settore condotti al riguardo.

Le strutture ricettive più utilizzate sono gli alberghi
In un momento in cui le strutture extra alberghiere cominciano a fare seria concorrenza agli alberghi, i partecipanti agli eventi sono una garanzia di business per l’hotellerie. Nella stragrande maggioranza dei casi, anche quando il pernottamento non è prenotato dall’azienda, delegati e congressisti scelgono l’albergo, anche perché non hanno bisogno di ridurre i costi.

I flussi di visitatori si destagionalizzano
Poiché gli eventi di business si svolgono generalmente in bassa stagione, il ricettivo, e in generale l’intero settore dell’ospitalità, beneficiano di un allungamento del periodo di attività.

Gli eventi generano turismo futuro
L’evento è per molti delegati l’occasione per recarsi in una città che altrimenti avrebbero potuto non vedere mai. Le potenzialità per il turismo sono rilevanti: molti studi hanno mostrato che un’esperienza positiva della destinazione può portare – e spesso porta – i delegati a ritornarvi per viaggi personali.

L’impatto economico dell’evento coinvolge più settori
La ricaduta di un evento di business sulla destinazione non si limita al settore dell’ospitalità (alberghi, ristorazione etc). Recenti studi economici, afferma Cameron, mostrano che più della metà del fatturato è prodotto per servizi quali l’organizzazione, gli allestimenti, la tecnologia, la logistica.

Gli eventi portano nuove competenze e conoscenze
I partecipanti agli eventi si riuniscono per condividere conoscenze, esperienze e competenze professionali che in genere “ricadono” anche sulla comunità – professionale e non – che li ospita, lasciando in eredità alla destinazione un patrimonio intellettuale, scientifico o industriale.

La valorizzazione della destinazione
Gli eventi di business rispondono all’esigenza delle comunità vedere valorizzata la propria città: ospitare a casa propria grandi brand, congressi internazionali, eventi professionali è motivo di orgoglio per i residenti.

Gli eventi contribuiscono alla reputazione positiva della città
I grandi eventi internazionali attraggono l’attenzione globale, elevando il prestigio e la reputazione della destinazione.

Gli eventi sono una fonte di nuovi talenti
Molte città hanno capito che ospitare grandi congressi o eventi intenazionali di business è uno dei modi più efficaci per attrarre e “avere accesso” a professionalità e competenze che rappresentano il futuro per settori chiave dell’economia.

Una cassa di risonanza per interi settori produttivi
I grandi congressi generazno attenzione verso la città ospitante, che viene associata al tema dell’evento. Se il tema è prioritario per lo sviluppo economico, scientifico e sociale della città, questa ha l’opportunità di posizionare se stessa e le proprie imprese, accademie e istituzioni sotto i riflettori internazionali.

Commenta su Facebook