Contante dimenticato, quel miliardo in valuta estera accumulato dagli italiani che viaggiano
A
Al termine di un viaggio all’estero la sosta in aeroporto che precede l’imbarco prevede un rito comune a più della metà degli italiani: trovare qualcosa da acquistare con il contante rimasto nella valuta del paese visitato.

Nonostante la diffusione dell'euro limiti la necessità di smaltire la valuta – per lo meno nei 18 paesi esteri che lo hanno adottato –  e nonostante il talvolta frettoloso shopping aeroportuale, negli ultimi 3 anni gli italiani hanno accumulato un tesoretto pari a 1,03 miliardi di euro.

Secondo lo studio di Visa Europe Cross Border Spending Report, su 10 italiani che hanno fatto viaggi internazionali 8 hanno in casa contante "dimenticato", nelle valute dei paesi visitati, in media per un importo pari a quasi 34 euro. Quelli che ne hanno accumulato di più – mediamente 42 euro – sono i viaggiatori nella fascia d'età compresa tra i 44 e i 54 anni.

Commenta su Facebook