La Milano di Expo è capitale dello shopping, aumenta anche l'affluenza negli alberghi a 5 stelle
A
L’effetto Expo fa bene anche ai commercianti milanesi, soprattutto a quelli del lusso. Nel mese di giugno Milano è stata infatti la città italiana preferita dai turisti internazionali appassionati di shopping. Il capoluogo lombardo si è aggiudicato il 35% del mercato segnando una crescita degli acquisti del 10% rispetto al medesimo periodo del 2014, con uno scontrino medio di 1.056 euro.

La società di servizi Global Blue ha fornito anche ulteriori dati sull’andamento del tax free shopping in città. A guidare la classifica dei top spender sono i cinesi, che non solo hanno effettuato il 33% degli acquisti, ma li hanno anche incrementati del 60%. Il 2° posto è occupato dai russi che, nonostante abbiano diminuito la spesa complessiva del 46%, rappresentano il 15% del mercato.

Il 3° posto segna un gradito ritorno. Gli americani sono stati gli autori del 5% degli acquisti, una percentuale apparentemente bassa che assume invece un peso notevole considerando che segna una ripresa di ben il 67% rispetto allo scorso anno. Percentuali in salita rispettivamente del 50 e 65% anche per i cittadini di Hong Kong e Thailandia, a conferma di come i turisti asiatici siano interessati allo shopping tax free.

I viaggiatori internazionali abbienti investono però i propri budget anche per soggiornare in hotel di lusso. Il trend è guidato da Milano ma coinvolge un po' tutto il paese: secondo l’associazione Prima Classe Italia a maggio gli alberghi 5 stelle hanno segnato un aumento di affluenza di quasi il 9% rispetto allo stesso mese del 2014, per un’occupazione di oltre il 71%.

L'espansione della domanda di hotel di alta categoria sembra non cogliere impreparato il settore dell’hotellerie: negli ultimi 2 anni in Italia i 5 stelle sono raddoppiati, arrivando a toccare quota 410.

Commenta su Facebook