Credito d’imposta per la digitalizzazione di alberghi e agenzie: in 24 ore 1.500 domande per 6,4 milioni di euro di agevolazioni
A
Nelle prime 24 ore dal via, il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ha già ricevuto da alberghi e agenzie 1.500 domande di agevolazione fiscale per spese sostenute in interventi di digitalizzazione, così come previsto dalla legge Art Bonus promulgata lo scorso febbraio. Il portale per l’invio delle richieste è stato aperto, come da programma, alle ore 10 del 13 luglio, e rimarrà attivo fino alle ore 12 del 24 luglio, quando scadranno i termini di presentazione delle domande.

L’agevolazione, che è erogata in forma di credito di imposta, con una deducibilità del 30% delle spese fino a un massimo di 12.500 euro per richiedente, riguarda gli investimenti per interventi quali l’acquisto di siti e portali web e loro versioni mobile, di software per automatizzare prenotazioni e vendite, di servizi di comunicazione e marketing digitale, di acquisto di impianti wi-fi.

Le 1.500 domande finora ricevute dal Ministero prevedono l’erogazione di un credito di imposta pari a 6,4 milioni di euro, a fronte dei 15 milioni disponibili per le spese sostenute nell’anno finanziario 2014: poiché le richieste vengono accolte sulla sulla base dell’ordine cronologico di arrivo, occorre affrettarsi a presentare le domande. Sul sito del Ministero è disponibile un tutorial con le risposte alle domande più frequenti.

Commenta su Facebook

Altro su...

Alberghi

Web e digital