Italiani popolo di viaggiatori connessi, secondi in Europa per uso dello smartphone prima e durante il viaggio
A
Gli italiani sono sempre connessi e dipendono dallo smartphone anche in viaggio, per prenotare le camere d’albergo e le attività nelle destinazioni visitate.

A dirlo è TripAdvisor nel report TripBarometer Viaggiatori Connessi, secondo il quale il primato mondiale dei viaggiatori connessi, quelli cioè che si servono dello smartphone per pianificare e prenotare un viaggio, va ai thailandesi e ai cinesi. In Europa il primo posto è da attribuire agli spagnoli e il secondo agli italiani che, con il 49% di utilizzo, superano di 5 punti russi e anglosassoni.

Per i viaggiatori connessi lo smartphone non è più uno strumento ma un vero compagno di viaggio, sostiene Adam Medros di TripAdvisor: “Attraverso le app di viaggio i viaggiatori connessi trovano il proprio itinerario, cercando ristoranti o attività e leggendo le recensioni. Sono anche i più propensi a considerare il loro smartphone come un dispositivo di prenotazione, sia prima del viaggio sia una volta a destinazione”.

Prima di partire metà dei viaggiatori connessi cerca l'hotel con lo smartphone per poi prenotarlo, nel 10% dei casi, attraverso una app, considerata più veloce e capace di individuare soluzioni economiche vantaggiose.

Una volta arrivati a destinazione, quasi il 50% si serve dello smartphone per acquistare le attività precedentemente individuate, nel 70% dei casi con i dispositivo mobile. I viaggiatori connessi quasi non possono fare a meno dello smartphone: lo usano per cercare i ristoranti (72%) e vorrebbero che servisse anche a fare il check-in in albergo.

Commenta su Facebook