Kickstarter arriva in Italia: il colosso del crowdfunding aperto ora anche a startup ed eventi nostrani
A
È arrivata anche in Italia Kickstarter, la piattaforma online di crowdfunding per finanziare startup. Creativi, startupper e organizzatori di eventi possono quindi pubblicarvi i propri progetti in italiano, raccogliere fondi in euro e appoggiarsi al proprio conto corrente bancario.

Secondo un report sullo stato della raccolta fondi online pubblicato da Crowdsourcing.org sono circa 500 le piattaforme per il crowdfunding, ma Kickstarter è un vero colosso. Fondato nel 2009, nell’arco di 6 anni ha permesso di realizzare 86mila progetti coinvolgendo quasi 9 milioni di moderni mecenati che hanno investito circa 1,6 miliardi di euro. La piattaforma, che contemporaneamente all’Italia ha aperto ha aperto anche in Austria, Belgio, Lussemburgo e Svizzera, permette di ottenere finanziamenti per progetti nell'ambito di 15 tematiche, fra cui arte, cibo, design e moda.

I progetti finanziabili sono di tipologie pressoché infinite. Si può chiedere il contributo economico della community del web per sostenere la pubblicazione di un libro, per produrre un film (come ha fatto il regista Spike Lee) e per organizzare eventi, principalmente culturali e artistici e mai a scopo benefico. Utilizzando Kickstarter gli organizzatori di eventi ottengono due vantaggi: riducono il rischio di esposizione finanziaria e valutano il grado di interesse del pubblico in base al numero e all’importo dei finanziamenti ricevuti.

Ogni progetto va caricato sulla piattaforma con una breve presentazione, esaustiva e di appeal, che include la durata della campagna e l’obiettivo economico desiderato. Solo se questo viene raggiunto i finanziatori, chiamati backers, versano la propria quota al termine della campagna e Kickstarter ottiene la propria commissione, pari al 5% del totale dei fondi ottenuti.

La fiducia e il sostegno dei finanziatori sono premiati in maniera diversa, a seconda del progetto in cui hanno creduto. Per esempio, con libri in edizione numerata, accessori in edizioni limitate e, nel caso di eventi, con posti in prima fila o il diretto coinvolgimento in attività o momenti dell’evento particolarmente appetibili ed emozionanti.

Commenta su Facebook