Event management, i nuovi trend di mercato in 12 dati statistici
A
Sono “pillole” che, attraverso numeri e percentuali, parlano di budget, costi, marketing e promozione degli eventi, raccontando gli attuali trend che caratterizzano il mercato degli eventi. Le fonti sono molteplici e diversificate: si va dalle ricerche di Meeting Professionals International a quelle della Global Business Travel Association, dai più recenti report di Cvent e dell’Event Marketing Institute fino alle indagini di Convene. Pur “isolati” dal contesto in cui vengono espressi, e pur riferiti in gran parte al mercato americano, questi dati statistici – che sono stati raccolti da Hannah Ostroff nel blog di Capterra – hanno valore informativo e forniscono spunti sulle tendenze da tenere d’occhio. Eccoli.

1. Il 53% di chi organizza eventi prevede aumenti di budget nel corso dell’anno, ma stima che per la maggior parte dei progetti l’incremento sarà molto contenuto e si attesterà fra l’1% e il 5%.

2. Salgono i costi degli eventi: entro fine 2015 la stima è che i voli saranno aumentati del 5%, le tariffe delle camere d’albergo del 3,9%, i prezzi delle sale meeting del 2,5% e il food & beverage (o servizio catering) del 4%.

3. Per quanto riguarda i congressi, il 50% dei fatturati è generato attualmente dalle quote di iscrizione; il catering assorbe invece il 33% della spesa.

4. Il numero dei viaggi business di gruppo è in risalita: nel 2015 aumenterà dell’1,5% e nel 2016 di un ulteriore 2,5%. La spesa per persona per viaggio è mediamente di circa 700 euro.

5. Chi organizza eventi ha indicato che le due maggiori frustrazioni legate al proprio lavoro sono “attendere che qualcun altro prenda le decisioni” e “i clienti che pensano di essere organizzatori di eventi”.

6. Il 44% dei partecipanti usa le app degli eventi. La previsione è che questo numero salga al 56% entro il prossimo anno.

7. Secondo gli organizzatori, le funzioni più importanti nella app di un evento sono due: quella che raccoglie le descrizioni delle sessioni e quella che consente agli utilizzatori di costruirsi la propria agenda dell’evento.

8. Metà degli organizzatori di eventi utilizzano il web come fonte primaria per la ricerca di sedi e location.

9. Le dotazioni tecnologiche della location sono considerate molto importanti dal 60% degli event planner, che indicano la connessione alla rete come la tecnologia indispensabile per garantire il successo dell’evento.

10. La pagina web di registrazione dei partecipanti è quella cui gli organizzatori sono più attenti quando valutano una piattaforma di event management. Seguono per importanza gli strumenti di reporting e la possibilità di inviare notifiche e aggiornamenti ai partecipanti.

11. Il social network più utilizzato per promuovere gli eventi, generare interesse e costruire una community prima e dopo lo svolgimento è Facebook. Durante l’evento il social più utilizzato per comunicarne i contenuti è invece Twitter.

12. Secondo il 64% degli event planner il modo più efficace per promuovere un evento e generare iscrizioni è proporre quote di adesione scontate per registrazioni effettuate con largo anticipo (early bird).

Commenta su Facebook

Altro su...

Event management