Nuovo software IBM per i provider della comunicazione: analisi dei clienti e dei social network
A
IBM ha lanciato una nuova applicazione sviluppata assieme a Netezza (azienda di cui è proprietaria) per analizzare grandi quantità di dati relativi ai clienti e ai network sociali. Il software è destinato ai fornitori di servizi di comunicazione o Communications Services Provider (CSP), termine che comprende sia le compagnie telefoniche sia le altre tecnologie della comunicazione (internet, cavo e satellite). Lo scopo del programma è aiutare le aziende a trasformare questa mole di dati in informazioni utili al business, che permettono di acquisire nuovi clienti, migliorare la customer experience o creare risparmi.

Nell’era che stiamo vivendo, quella dei Big Data, è necessario avere applicazioni in grado di gestire questa crescita esponenziale: secondo l’International Telecommunications Union (ITU), il numero di smartphone nel mondo aumenterà dai 500 milioni di oggi a quasi due miliardi entro il 2015. L’ITU ha stimato che i cellulari evoluti consumano cinque volte più capacità di dati rispetto ai telefonini comuni. Gli utenti hanno ormai accesso a centinaia di servizi tramite dispositivi mobili, grazie anche alla crescita del mercato tablet.

La soluzione IBM Netezza (Network Analytics Accelerator) consente ai fornitori di prevenire interruzioni della rete o creare programmi di marketing mirati: ad esempio, gli utenti che guardano i siti di sport in orari di punta, su alcuni dispositivi, possono passare a un altro fornitore oppure decidere di restare con quello attuale sulla base di informazioni comportamentali generate dalle campagne di marketing.

I fornitori di servizi di comunicazione possono visualizzare i dati dei clienti per analizzare i piani delle chiamate e le condizioni contrattuali, per vedere chi genera ricavi, per comprendere come ogni cliente usa particolari package e l’impatto sulle risorse di rete e individuare nuove opportunità di business scoprendo come i clienti utilizzano diversi tipi dispositivi.

Commenta su Facebook