Expo: riaperta la gara per i servizi tecnologici dell’Albero della Vita, la prima chiamata è andata deserta
A
Fumata nera per la gara d’appalto indetta da Expo 2015 per animare e rendere interattivo con giochi di luce e musica l’Albero della Vita, la struttura a forma di albero che, alta 35 metri, sorgerà al centro della Lake Arena del Padiglione Italia.

Alla prima scadenza del 19 gennaio nessuna società si è fatta avanti, causa anche difficoltà nel processo di caricamento delle offerte. Da qui la decisione di Expo di riaprire la gara mantenendo le medesime condizioni di partecipazione.

Il bando prevede la fornitura in noleggio, con posa in opera, degli allestimenti tecnologici e i relativi servizi di manutenzione ordinaria e straordinaria e assistenza. Il contratto partirà dalla data di sottoscrizione e si concluderà il 31 dicembre 2015, termine ultimo fissato per il disallestimento.

L’importo massimo stimato è di quasi 4 milioni di euro Iva esclusa (precisamente 3.955.479): la prestazione principale prevede 2,8 milioni per forniture a noleggio degli allestimenti tecnologici, cui si aggiungono 778mila euro per i lavori di installazione e disinstallazione degli impianti elettrici e speciali e 326mila per i servizi di manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti tecnologici.

Possono partecipare consorzi e aggregazioni di imprese anche temporanee. Per essere ammessi è necessario avere realizzato negli ultimi 3 esercizi un fatturato globale pari almeno al doppio dell’importo della prestazione principale (quindi, circa 5,7 milioni di euro) e un fatturato per analoghe forniture di 2 milioni di euro.

I tempi sono stretti. Le offerte devono essere presentate per via telematica, attraverso la piattaforma Sintel, entro le ore 12 del 28 gennaio 2015.

Sotto, da scaricare, il bando e il disciplinare di gara.

Commenta su Facebook