L'Italia delle startup: raddoppiate in un anno quelle innovative, crescono gli investitori non istituzionali
A
Lo spirito imprenditoriale italiano sembra andare in controtendenza con l’andamento economico generale del paese. Quest’anno sono infatti più che raddoppiate, con un incremento del 120% (che le porta a essere più di 2.700), le startup innovative, quelle che cioè hanno come obiettivo lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico. A crescere è anche il numero delle startup finanziate da investitori, passate dalle 113 del 2013 alle 197 del 2014.

Il dato positivo emerge dalla seconda edizione della ricerca The Italian Startup ecosystem: Who's Who, realizzato da Italia Startup, l'associazione che rappresenta le startup italiane, e Osservatorio Digital Innovation della School of Management del Politecnico di Milano, in collaborazione con Smau e Cerved e con il supporto istituzionale del ministero dello Sviluppo Economico.

Nonostante l'aumento delle startup finanziate, rileva l'Osservatorio, l’Italia è ancora indietro rispetto a molti paesi europei: con 129 milioni di euro nel 2013 il paese, infatti, investe un ottavo rispetto a quanto avviene in Francia e Germania e poco meno della metà di quanto si fa in Spagna.

Il 2014, pur non essendo più roseo dai punto di vista dei finanziamenti, rileva però un interesse crescente da parte di nuovi investitori oltre a quelli istituzionali (banche, società assicurative, istituti di credito, holding finanziarie). Nonostante si preveda che gli investimenti scenderanno a 110 milioni di euro, sarà proprio il supporto economico fornito da soggetti non istituzionali come i business angel (uomini d’impresa con grandi capitali) e i family office (società di servizi che gestisce il patrimonio di una o più famiglie facoltose) a coprire la metà degli investimenti complessivi, confermando così un trend di crescita iniziato 2 anni fa.

Anche sul fronte delle startup l’Italia si presenta a 2 velocità. La maggior parte delle startup innovative (il 57%) e di quelle finanziate (il 62%) si trovanel Nord del paese: il Sud detiene il secondo posto per numero di startup, il 22%, ma il terzo per numero di startup finanziate, 15%, dato in cui viene superato dal Centro dove, con il 21% di startup, si incontra il 23% di startup finanziate.

Commenta su Facebook