Le 100 aziende dove tutti vorrebbero lavorare: 7 i brand del travel, una sola italiana in classifica
A
Ottima reputazione, famose per la cultura aziendale che favorisce la qualità del posto di lavoro, buoni stipendi, generosi benefit per i dipendenti: non c’è da stupirsi che Google e Apple primeggino anche nella classifica delle aziende più ambite dal pubblico professionale di tutto il mondo come datori di lavoro.

Il ranking Most in-demand employers è quello che LinkedIn ha presentato due giorni fa alla propria Talent Connect Conference di San Francisco, e che per il 2014 è stato elaborato sulla base di 35 miliardi di interazioni fra aziende e utenti LinkedIn avvenute sulla piattaforma. In particolare, sono stati analizzati indicatori quali la conoscenza che gli iscritti al network hanno di un brand (valutando il numero di persone che ne hanno visto i profili dei dipendenti) e il loro tasso di engagement (quanti utenti seguono su LinkedIn la pagina, o la sezione con le offerte di lavoro, di un brand).

Dopo Google e Apple, nella top ten figurano Unilever, Microsoft, Facebook, Amazon, Procter&Gamble, General Electric, Nestlé e PepsiCo: tutte aziende multinazionali, la maggior parte americane (il 63% di tutte quelle in classifica hanno il quartier generale negli Usa), legate al web e alla tecnologia e note per le ottime performance finanziarie. Nella classifica a 100 sono rappresentati 17 paesi e 33 settori merceologici: spiccano quello energetico, di internet e l’industria dello spettacolo, ma anche il travel si difende bene, con 7 aziende fra quelle dove tutti vorrebbero lavorare.

La prima è Emirates, che si piazza al 52° posto, poi Hilton al 55° e Four Seasons al 59°. Entra nella classifica anche Airbnb, al 60° posto, mentre nelle due successive posizioni ci sono due giganti del travel online, Expedia (65°) e Booking.com (68°). A chiudere il settore travel è Etihad, all’88° posto.

Le 5 più grandi aziende per numero di dipendenti presenti in classifica sono IBM, Accenture, Deloitte, Oracle e Microsoft; le 5 più piccole la Bill & Melinda Gates Foundation, Airbnb, Netflix, Spotify e Uber. Le città che ospitano il maggior numero di aziende “desiderate” sono San Francisco e la sua area, New York e la sua area, Londra e Parigi. Una sola azienda italiana nel ranking: Gucci, che figura al 98° posto.

Commenta su Facebook