Le aziende italiane ricercano responsabili della formazione: si torna a investire su persone e competenze
A
Lo sviluppo delle competenze e l’aggiornamento professionale dei dipendenti tornano a essere voci prioritarie per le aziende italiane, che ricercano attivamente responsabili della formazione in misura maggiore rispetto allo scorso anno. A rilevarlo è lo studio retributivo del settore risorse umane condotto dalla società di ricerca di personale Michael Page, secondo il quale la formazione di impiegati e manager è decisiva per potenziare la competitività delle aziende.

La figura ricercata individua i bisogni formativi dell’azienda, elabora il piano di formazione e ne gestisce il budget per la realizzazione, redigendo poi il resoconto dell’attività. Al responsabile della formazione viene spesso delegata anche la funzione della comunicazione interna.

L’ambito di azione del responsabile formazione dipende dalla dimensione dell’azienda e dal perimetro d’intervento e, sottolinea Michael Page, è generalmente necessaria un’esperienza operativa di almeno 5 anni per accedere alla posizione, con un background nelle risorse umane o nella formazione propriamente detta.

La retribuzione dipende dall’organico da gestire, dalle funzioni previste per il ruolo, ma anche dal fatturato dell’azienda: per figure junior con almeno 3 anni di esperienza nel ruolo può partire da 35mila euro lordi e arrivare a 70 mila euro per figure senior con più di 10 anni di carriera alle spalle.

Commenta su Facebook