Le 10 tipologie di partecipanti agli eventi e le 10 esigenze di cui gli organizzatori devono tenere conto
A
Chiunque partecipi a un evento professionale, che si tratti di congresso, convegno o conferenza, perché vi si iscrive di propria inziativa o perché mandatovi dall’azienda per cui lavora, ha (sperabilmente) un obiettivo: individuare i diversi, possibili obiettivi dei partecipanti è fondamentale per chi l’evento lo progetta e lo organizza e che ha quindi come compito principale quello di facilitare, attraverso i format e le soluzioni più appropriate, una fruizione che soddisfi le esigenze delle varie tipologie di pubblico consentendo al committente di raggiungere i propri obiettivi di business.

A illustrare le diverse ragioni per cui le persone decidono di partecipare a un evento è l’agenzia di web marketing HubSpot, che per ogni ragione ha costruito un profilo tipologico di persona con uno specifico obiettivo. Ecco dunque le 10 tipologie di partecipanti e le 10 tipologie di esigenze che esprimono.

1. Il networker
È il tipo di persona che si registra a un evento per incontrare persone e stabilire relazioni con i professionisti del proprio settore. Molto probabilmente il networker ha molti contatti sui social media e si è messo in contatto in anticipo con altri partecipanti attraverso l’hashtag ufficiale o le pagine social dell’evento. Nel corso dello svoglimento del congresso o della conferenza, è la persona che a ogni pausa dei lavori cerca di chiacchierare con più persone possibile e che si porta dietro una buona quantità di biglietti da visita.

2. La spugna
Non è quello che beve alcool, ma quello che va a un evento per assorbire la maggiore quantità di informazioni possibile. Questa tipologia di persone si arma di computer portatile, tablet o carta e penna per prendere appunti e non lasciarsi sfuggire alcun contenuto interessante. La sfida, per le spugne, è scegliere a quali sessioni partecipare fra quelle in programma contemporaneamente.

3. L’innovatore
Questa tipologia di persone considera l’evento come una potenziale fonte di ispirazione per farsi venire nuove idee e stimolare la creatività. Possono essere imprenditori che cercano nuove idee di business, consulenti, divulgatori ma anche persone che vorrebbero fare meglio il proprio lavoro.

4. Il fan
Il fan è quello che vuole incontrare e parlare personalmente con gli speaker. Comincerà a interagire su tutte le piattaforme social a disposizione molto prima dello svolgimento dell’evento, e quando posta su Twitter include sempre qualche speaker nei tweet sperando in una risposta o in un retweet.

5. Il cercatore di lavoro
Chi partecipa a un evento professionale per cercare lavoro può essere a diversi stadi del processo: lo stadio iniziale, quello in cui ci si guarda intorno, o quello di ricerca attiva. Nel primo caso questa tipologia di partecipante ascolta cosa si dice sulle aziende, punta a capire l’esperienza di altre persone, cerca di capire quali sono i ruoli o le aziende cui è interessato. Nel secondo caso può avere già stabilito contatti attraverso LinkedIn e sfruttare l’evento per presentarsi di persona con il proprio curriculum.

6. Il cercatore di business
È la persona che va a un evento con l’obiettivo di trovare nuove partnership o opportunità di business: co-marketing, co-branding, sponsorizzazioni e così via. Può anche avere le stesse esigenze del networker di utilizzare l’evento per stabilire nuove relazioni e passare successivamente all’aspetto più concreto di business.

7. L’insegnante
Non si parla di insegnante in senso tradizionale, ma di una parsona che l’azienda manda a un evento affinché torni con contenuti e informazioni da condividere con il resto del team. Questa tipologia di partecipante si focalizza su appunti, materiali e atti dell’evento per riportare in azienda con presentazioni ad hoc.

8. La spia
È chi partecipa a un evento per tenere d’occhio la concorrenza, focalizzandosi sull’”intelligence competitiva”. Queste persone analizzeranno la presenza dei competitor all’evento per poi tradurre quanto hanno osservato in un piano d’azione per la propria azienda.

9. Il venditore
Come il cercatore di business, anche il venditore partecipa all’evento per fare business. La differenza è che il venditore è interessato a vendere i propri prodotti e servizi. L’interazione con il potenziale può avvenire durante l’evento o successivamente, in virtù di un processo avviato durante l’evento cui il venditore partecipa.

10. Il festaiolo
È inevitabile: c’è anche chi va a un evento soprattutto per divertirsi agli eventi serali e, magari, scroccare un aperitivo o una cena. Party e  momenti sociali sono certamente importanti per rompere il ghiaccio, ma qualsiasi organizzatore si augura che i partecipanti al proprio evento siano motivati soprattutto dai 9 precedenti obiettivi.

© Event Report – riproduzione consentita con credito e link alla fonte

Commenta su Facebook