Il governo europeo si trasferisce a Milano nei 6 mesi di presidenza italiana dell'UE: il MiCo ristrutturato per l’occasione
A
Dal 1° luglio inizia il semestre di presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea e, per tutta la durata del mandato, il centro congressi milanese MiCo sarà la sede degli incontri ministeriali.

Per accogliere al meglio le sessioni di lavoro Fiera Milano, società proprietaria del centro congressi, ha compiuto un investimento di 3,5 milioni di euro che ha permesso la ristrutturazione degli spazi dell’ala nord (l'area dove si terranno i meeting) e, soprattutto, il potenziamento delle dotazioni tecnologiche.

Oltre al rifacimento del tetto, infatti, si è proceduto con la digitalizzazione degli impianti tecnologici, la riconversione dell’illuminazione dalla fluorescenza alla tecnologia LED (permettendo un risparmio energetico di circa il 20%), il potenziamento del sistema di climatizzazione e degli isolamenti termici e la completa copertura wi-fi che renderà possibili circa 75mila connessioni in contemporanea.

Il fitto calendario di eventi ospitati dal MiCo sarà inaugurato a inizio luglio con la riunione dei ministri europei della Giustizia e degli Affari interni, per proseguire con quelli dei dicasteri di Cooperazione e sviluppo, Ambiente, Lavoro, Difesa, Infrastrutture e trasporti, Energia.

L’agenda degli appuntamenti al vertice, che si articolerà su 4 mesi, vedrà il suo momento più alto a metà ottobre con il 10° Vertice dei capi di Stato e di Governo dell’ASEM (Asia-Europe Meeting), il forum euro-asiatico di cui fanno parte l'Unione Europea, l'ASEAN (Associazione delle nazioni del sud-est asiatico) e altri paesi come Australia, Cina, Corea, Giappone, India e Indonesia.

Commenta su Facebook