Lo Stabiae Sorrento Coast diventa indipendente e fa rebranding: si chiama ora Towers Hotel per valorizzare il genius loci
A
Ha smesso l’insegna Crowne Plaza assunta dal 2004, quando fu inaugurato a seguito della riconversione di un vecchio opificio industriale, e ha scelto di diventare indipendente e di assumere un nome più “personale” e legato alla propria identità: Towers Hotel Stabiae Sorrento Coast. Il complesso, affacciato sul mare tra il Golfo di Napoli e la Penisola Sorrentina, è stato infatti recuperato mantenendone la struttura originaria, caratterizzata dalle due torri svettanti che dominano il mare e che danno ora il nome al 4 stelle che vi è ospitato.

“Vogliamo cominciare a scrivere un nuovo capitolo nella storia di questo hotel” afferma Antonino Russo, director of sales & marketing dell’albergo. “Piuttosto che affidarci a un’insegna internazionale, anche se di sicuro appeal, abbiamo preferito optare per un brand che enfatizzi le peculiarità del resort, rassicurando l’ospite fidelizzato ed esercitando al tempo stesso un maggior richiamo verso il nuovo cliente alla ricerca di una destinazione esclusiva”.

Il management e la proprietà dell’hotel sono rimasti gli stessi, assicurando quindi la continuità nella gestione: l’operazione di rebranding è stata disegnata con l’obiettivo di dare alla struttura una nuova identità che le conferisca maggiore personalità e faccia sentire il cliente a casa propria. “Abbiamo dunque optato per un nome che richiama immediatamente il genius loci, valorizzando il know-how acquisito in questi anni e l’alto livello qualitativo ai quali la nostra clientela è abituata” dice Russo.

A fronte della nuova identità, l’offerta è rimasta immutata: 150 camere dal design contemporaneo, il centro congressi con 5 sale meeting, piscina, spiaggia privata, centro benessere, ristorante con vista sul Golfo di Napoli e un molo d’attracco privato.

Commenta su Facebook