Rimini Fiera verso la sostenibilità: nuovi priettori led per i padiglioni riducono la produzione di CO2 di 60 tonnellate l’anno
A

Fiera di Rimini

L’intervento consentirà di risparmiare una quantità di energia elettrica pari al consumo annuo di 40 famiglie, con una riduzione dell’anidride carbonica immessa nell’atmosfera calcolata in oltre 60 tonnellate l’anno.

La sostituzione di 280 punti luce tradizionali per l’illuminazione dei padiglioni con proiettori led di ultima generazione è il più recente intervento di Rimini Fiera teso a elevare il livello di sostenibilità e a ridurre l’impatto ambientale del quartiere espositivo attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie.

“I nuovi proiettori sono stati inseriti nel circuito di illuminazione di sicurezza e sono realizzati su misura per i nostri padiglioni” spiega il direttore tecnico, Nazario Pedini “consentendoci sia di mantenere una luminosità adeguata alla normativa vigente, sia di illuminare i padiglioni in modo più uniforme rispetto al passato”. La riduzione di potenza installata, di oltre il 70%, consentirà a Rimini Fiera di rientrare dell'investimento in circa 4 anni. Inoltre, si ridurranno le necessità di manutenzione, poiché nei punti luce la vita media passerà dalle circa 20mila ore delle vecchie lampade alle 60mila stimate per le nuove.

Commenta su Facebook