Palacongressi di Rimini al completo per il 96° congresso nazionale SIOT
Sono 2.500 gli specialisti riuniti nella nuova struttura per l'evento della Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia. Operative a pieno ritmo le dieci sale satellite, assieme all'Anfiteatro da 1.600 posti a sedere e all'area espositiva da 4.800 metri quadri.
A
Nuovo Palacongressi di Rimini al completo per il 96° congresso nazionale della Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia (SIOT), una delle più longeve e autorevoli associazioni medico-scientifiche nazionali, attiva dal 1891. L’evento, che vede riuniti nella nuova struttura 2.500 ortopedici e traumatologi, è in corso di svolgimento fino a mercoledì 5 ottobre, l’ultimo dei cinque giorni di lavori, che hanno coinvolto oltre 100 aziende nell’ampia area espositiva della location. I due temi guida per l’edizione 2011 sono Materiali e rivestimenti in ortopedia e Biotecnologie applicate alla traumatologia.

Un evento dai grandi numeri, quindi, per Rimini, definita “città malatestiana ospitale per eccellenza, con una ricettività alberghiera di primissimo piano e un palazzo dei congressi di livello internazionale” dai due presidenti del congresso, Francesco Greco della Clinica Ortopedica dell’università Politecnica delle Marche e Nicola Pace, primario dell’Ospedale Civile di Jesi.

Flessibilità, tecnologia e basse emissioni sono le caratteristiche del nuovo Palacongressi riminese, che è stato interamente occupato nelle sue 11 sale lavori, compreso l’Anfiteatro da 1.600 posti a sedere, luogo della conferenza plenaria; 10 sale satellite sono operative in contemporanea, collegate con videoproiezioni gestite in rete da un’unica regia multimediale.

Le aziende hanno interamente sfruttato i 4.800 metri quadri dell’area espositiva e sono state predisposte anche diverse aree ristorazione supplementari, oltre alle zone relax (hospitality suite) su ogni livello della struttura.

Spazio anche al digital signage, nell’era dei cartelloni digitali che sostituiscono la plastica. Il programma dei lavori e la mappa delle aree sono visibili, infatti, su pannelli elettronici collocati all’ingresso di ciascuna sala. Delegati e accompagnatori, inoltre, hanno partecipato ad attività collaterali, tra cui la visita alla Domus del Chirurgo, il grande complesso archeologico riminese venuto alla luce nel 1989.

L'inaugurazione ufficiale del Palacongressi si terrà il 15-16 ottobre: nella prima giornata, taglio del nastro alla presenza di 1.500 personalità italiane e internazionali; nella seconda, porte aperte al pubblico con eventi e spettacoli.

Commenta su Facebook