Accor tocca quota 2.000 alberghi con spazi per eventi, entro il 2015 saranno 2.250
A
Il Gruppo Accor, con i suoi brand Sofitel, Pullman, Mercure e Novotel, investe sempre più nel settore meeting ed eventi. Le strutture del gruppo con sale congressi e spazi dedicati hanno raggiunto quota 2.000 e le previsioni per il 2015 parlano di un aumento superiore al 10%. Fra tre anni, infatti, saranno 2.250 gli hotel in tutto il mondo capaci di soddisfare le esigenze degli organizzatori di eventi e dei clienti business.

Le recenti aperture in destinazioni strategiche, da Dubai a Londra, da Mosca a Sochi, hanno portato Accor a essere presente in 90 paesi con un totale di 10.400 sale riunioni. Europa, Medio Oriente e Asia fanno la parte del leone, con 1.400 alberghi che hanno ospitato nel 2012 più di 180.000 eventi.

I nuovi spazi meeting che saranno resi disponibili nel prossimo biennio saranno situati soprattutto nei nuovi mercati: il 64% nell'Asia-Pacifico, l'11% in America Latina e il 6% in Africa e Medio Oriente.

L’attenzione al settore non si esplica solo nei numeri, ma anche dai servizi: "In ciascuno dei nostri hotel, un team di professionisti con un elevato know how (event manager, responsabili food & beverage, cuochi, tecnici audio-video e IT) è dedicato ai clienti business", dice Carlo Olejniczak, senior vice president global sales di Accor.

Commenta su Facebook