Il Palacongressi di Rimini lancia la propria app, gli organizzatori possono personalizzarla con i contenuti dell’evento
A
Nata nell’ambito del progetto di sviluppo di strumenti tecnologici innovativi di cui il centro congressi si sta gradualmente dotando (digital signage per la gestione dinamica delle informazioni durante gli eventi, visita virtuale, video) e dalla constatazione che ormai il numero di smartphone venduti ha superato quello dei normali telefonini e che le app sono uno strumento di lavoro e informazione sempre più comune, l’applicazione mobile del Palacongressi di Rimini è stata lanciata online ed è già disponibile gratuitamente sull’App Store di Apple e su iTunes.

Voluta dal Convention Bureau della Riviera di Rimini, gestore della struttura, è stata sviluppata dalla società di tecnologie per la comunicazione Tecnoconference-TC Group, che l’ha integrata con la propria Software Suite congressuale: in questo modo la app Palacongressi consente agli organizzatori di personalizzare la sezione dedicata al proprio evento attraverso l’implementazione di servizi aggiornati in tempo reale, da offrire ai partecipanti. Alcuni dei servizi attivabili sono la pubblicazione del programma e dell’elenco relatori, così come degli atti e delle presentazioni, la selezione dell’agenda preferiti e l’upload di contenuti video in modalità live o on demand.

La app è però soprattutto uno strumento che fornisce informazioni sia sul Palacongressi che sulla città di Rimini: la prima sezione di menù, chiamata appunto Palacongressi, mostra come raggiungerlo con ogni mezzo e permette di “entrare” in ogni sala della struttura e informarsi sui servizi offerti. La sezione Vivere Rimini propone invece diversi itinerari nei luoghi più belli della città, mostrando il percorso più breve per raggiungerli attraverso il sistema di geolocalizzazione integrato nella app. Seguono suggerimenti sulle opportunità di svago e leisure offerte dalla Riviera, ma anche indicazioni sui portali di riferimento per alloggio e ristorazione, così come informazioni sui luoghi di attrazione dell’entroterra.

Sono in fase di sviluppo, e saranno online entro un paio di settimane, anche le versioni per sistemi Android, web, e la versione in lingua inglese.

Commenta su Facebook