Kempinsky negozia la gestione del Ryugyong Hotel a Pyongyang, sarebbe la prima catena occidentale in Corea del Nord
A
Arriva da più fonti la notizia che Kempinski Hotels sta negoziando la gestione del Ryugyong Hotel a Pyongyang, ospitato in uno degli edifici più alti del pianeta, una “piramide” con 105 piani e alta 330 metri la cui costruzione, iniziata nel 1987, era stata interrotta nel 1992 a causa della crisi economica che aveva colpito la Corea dal Nord dopo la caduta dell’Unione Sovietica ed è stata ripresa nel 2008 da Orascom, telecom egiziana che ha investito nel completamento della struttura circa 180 milioni di dollari.

Se l’operazione andasse in porto, Kempinski sarebbe la prima catena alberghiera occidentale a ricevere il permesso di operare in Corea del Nord. Forte della propria tradizione di “precursore” dei mercati (è stato uno dei primi operatori del ricettivo a entrare, anni fa, in Russia e Cina), Kempinski punta sulle grandi potenzialità dell’albergo, che diventerà il centro del business cittadino nel momento in cui il paese si aprirà al mondo e ai mercati.

L’hotel Ryugyong potrebbe aprire parzialmente già nell’estate 2013 con 150 camere funzionanti (il progetto iniziale ne prevedeva 1.500) nei piani più alti dell’edificio, che nella restante parte ospiterà uffici, negozi, ristoranti e spazi congressuali.

Commenta su Facebook