Al Palacongressi di Rimini più di mille operatori farmaceutici per il 52° Simposio AFI
A
Per l’ottavo anno consecutivo l’AFI – Associazione Farmaceutici Industria ha scelto Rimini per l’annuale congresso associativo, il 52° Simposio AFI, che dal 30 maggio al 1 giugno ha riunito oltre mille specialisti del farmaco italiani; ma per la prima volta la location è stata il nuovo Palacongressi di Rimini. L’evento, piuttosto complesso perché articolato in numerosi convegni e workshop in parallelo, di cui molti accreditati ECM, è stato organizzato dall’agenzia di eventi Aurameeting.

Tutti gli spazi del nuovo Palacongressi sono stati utilizzati per accogliere i delegati e i vari momenti congressuali: nella grande Sala della Piazza (4.700 metri quadrati) è stata allestita l’area espositiva, dove sono state presenti ben 110 aziende, mentre le altre sale sono state utilizzate per gli 8 workshop e 11 convegni paralleli, ripetuti per tre giorni.

Molte sessioni, organizzate in ottemperanza alle complesse norme del Ministero della Salute, sono state accreditate al sistema di educazione continua in medicina e fornivano ai partecipanti crediti ECM. Le due cene sociali (sponsorizzate) sono state invece entrambe allestite al Grand Hotel di Rimini.

Il congresso è ormai un riferimento per la comunità italiana dell’industria del farmaco e gode di partnership prestigiose come quelle di AIFA Agenzia Italiana del Farmaco, Aschimfarma/Federchimica, Assobiotec/Federchimica, Chemical Generic Pharmaceutical Association (CPA), Farmindustria, l’Istituto Superiore di Sanità e Ministero della Salute.

Commenta su Facebook