MagicStay lancia un tool per i travel manager: l’Airbnb dei viaggi d’affari si integra con i sistemi di pagamento aziendali
A
Funziona come Airbnb, ma è specializzata nel business travel, con servizi e tecnologie sviluppati appositamente per i clienti aziendali. E ora MagicStay, startup francese che vanta di essere l’unica piattaforma per l’affitto di case private interamente dedicata al B2B, annuncia Weezard, un nuovo tool per i travel manager che consente la gestione centralizzata dei pagamenti, l’approvazione del processo di prenotazione e il monitoraggio della spesa aziendale.

Sulla piattaforma di Magic Stay sono presenti 130mila case e appartamenti di 110 paesi, tutti gestiti professionalmente per soddisfare le esigenze delle aziende in termini di sicurezza, privacy, conformità alle normative e integrazione con gli strumenti di prenotazione utilizzati in ambito corporate.

“Sono l’approccio e la tecnologia a differenziaci da Airbnb, che è orientato al mercato B2C e fatica a rivolgersi adeguatamente al mercato del business travel, che è complesso e altamente intermediato” dice il CEO di MagicStay Valery Linyer. “MagicStay permette invece a chi viaggia per lavoro di avere accesso alla ricettività extra alberghiera attraverso processi di validazione da parte dell’azienda.

La piattaforma è ora integrata anche con le soluzioni di pagamento Amex e AirPlus e può essere customizzata per ogni azienda, con processi di validazione o di fatturazione a misura delle travel policy di ognuna. MagicStay ha appena firmato un contratto con la banca francese Société Générale e il prossimo anno darà il via allo sviluppo commerciale sul mercato internazionale.

Commenta su Facebook