La Casina Valadier di Roma compie 200 anni: la location celebra con un evento e presenta la nuova illuminazione scenografica
A
Ha avuto come filo conduttore la luce l’evento che la scorsa settimana ha celebrato i 200 anni di Casina Valadier, struttura neoclassica che sorge all’interno di Villa Borghese, a pochi passi dalla terrazza del Pincio, e che opera come location per eventi.

I 600 ospiti, un parterre di rappresentanti della cultura, dello spettacolo, delle istituzioni e dell’industria, sono stati accolti nel giardino della villa da figure vestite di luce, e sempre la luce è stata l’elemento su cui è stato costruito il momento centrale della serata: uno spettacolo di videomapping proiettato sulla facciata dell’edificio che, accompagnato dalle esibizioni di un corpo di ballo e da raggi laser, ha ripercorso in parallelo la storia della Casina, di Roma e dell’Italia.

L’evento è stato anche l’occasione per presentare la location “sotto una nuova luce” grazie a un nuovo sistema di illuminazione scenografica firmato dell’architetto Pasquale Piroso e realizzato da IGuzzini che ne valorizza gli esterni mettendone in evidenza gli elementi architettonici verticali e orizzontali attraverso l’utilizzo di 150 proiettori e strisce led.

La Casina Valadier fu progettata e realizzata dall’architetto Giuseppe Valadier per ospitare un luogo di ristoro sul modello dei bistrot francesi, divenendo nel tempo uno dei locali più alla moda di Roma e ritrovo di artisti, intellettuali e politici fino alla chiusura nel 1990. Dopo il restauro voluto dal Comune di Roma, la Casina è oggi gestita dalla famiglia Montefusco: gli spazi per eventi comprendono 9 sale, la maggiore delle quali da 200 posti, e 2.500 metri quadrati di giardino.

Commenta su Facebook

Altro su...

Location per eventi