A Torino riaprono dopo il restauro le Officine Grandi Riparazioni: nell’area ex industriale spazi per eventi fino a 1.100 posti
A
Saranno inaugurate il 30 settembre le nuove Officine Grandi Riparazioni di Torino, il complesso ex industriale che un intervento di riqualificazione durato 3 anni ha trasformato in polo dedicato alla cultura, all’arte, allo spettacolo e all’innovazione ma anche in location per eventi aziendali.

Situato in centro città, a pochi metri dalla stazione di Porta Susa, ed esteso su una superficie di 35mila metri quadrati, il complesso delle Officine è stato edificato a fine Ottocento per ospitarvi la manutenzione dei veicoli ferroviari. Successivamente utilizzato come centro polivalente, dal 2013 è di proprietà e gestione di OGR-CRT, società consortile che attraverso la sua Fondazione CRT ha interamente coperto i costi (100 milioni di euro) della riqualificazione.

Il complesso è composto da aree all’aperto e da un imponente edificio a forma di H di circa 20mila metri quadrati di superficie per 16 metri di altezza. La manica destra, chiamata Officine Nord, si estende su 9mila metri quadrati e ospita la sala Fucine e la sala Duomo, entrambi spazi destinati sia a mostre, spettacoli e concerti sia agli eventi delle aziende.

La sala Fucine è ampia 3.500 metri quadrati per complessivi 1.100 posti a sedere ed è dotata di un palco ad altezze variabili – il cui volume crea l’effetto di una “scatola nella scatola” – di tribune mobili e a scomparsa e di una cabina di regia. La sala Duomo ha invece una capienza di 99 posti; i 19 metri di altezza ne ricordano la funzione originaria di sala per la manutenzione dei vagoni dei treni posizionati in verticale.

La manica sinistra, le Officine Sud, sarà terminata il prossimo anno. Attraversata da una promenade lunga 200 metri, ospiterà nelle due campate laterali le sale riunioni e i blocchi di uffici open space di un hub che fungerà da acceleratore di startup, centro per lo sviluppo progettuale delle industrie creative e laboratorio dedicato agli smart data.

Tra le Officine Nord e le Officine Sud si trova lo Snodo, spazio di circa 2mila metri quadrati dedicato alla ristorazione dove si trovano due ristoranti, due bar e un’area lounge.

Commenta su Facebook