Al Palariccione l'International Tattoo Show, il primo evento sull’arte dei tatuaggi che coinvolge un’intera città
A
È stato il Palariccione la sede dell'International Tattoo Show, probabilmente la prima convention di tatuaggi concepita per coinvolgere non solo gli appassionati del genere, ma anche tutta la cittadinanza della destinazione ospite.

L’evento, che si è svolto dal 9 all’11 giugno, nasce dall’idea di Roberto Terzi –  tatuatore e storico organizzatore della Milano Tattoo Convention – di organizzare una manifestazione che non fosse fatta dagli amanti del tatuaggio solo per gli amanti del tatuaggio, ma che aprisse un dialogo con la città attraverso mostre e iniziative svolte in partnership con gli operatori locali e le organizzazioni benefiche.

Riccione è stata scelta per la centralità geografica e perché identificata come destinazione “che fa tendenza”, e il ruolo giocato dal Palariccione è andato oltre quello di contenitore: nei due anni che hanno preceduto l’evento il team del palazzo dei congressi ha lavorato alla sua preparazione facendo da tramite con l’amministrazione comunale e con gli imprenditori locali per coinvolgerli e concretizzare quindi lo spirito della convention.

Durante le 4 giornate del Tattoo Show, il Palariccione completamente brandizzato ha ospitato i principali eventi del palinsesto: nella plenaria Concordia e nelle altre sale del terzo e del quarto piano si sono svolte le prove di maestria di 200 tatuatori provenienti da tutto il mondo, una mostra di opere ispirate all’arte del tatuaggio, l’elezione di Miss Tattoo Riccione e una sessione speciale durante la quale 6 tra i più famosi tatuatori del mondo hanno decorato in contemporanea – non era mai successo prima – il corpo di due appassionati, con live streaming per i media e i fan della specialità.

Sulla terrazza della struttura si sono tenute le serate aperte al pubblico, una delle quali organizzata in collaborazione con la discoteca Cocoricò e con la presenza di un corner dedicato alla vendita in beneficienza delle t-shirt prodotte dal brand romagnolo My T-shirt con le grafiche di studenti della Nuova Accademia delle Belle Arti di Milano ispirate all’arte del tatuaggio.

Il Palariccione è stata la sede principale ma non l’unica dell'International Tattoo Show. Il Palazzo del Turismo ha ospitato la mostra di 5 artisti della street art italiana e il Cocoricò la performance del tatuatore iperrealista Mario Leuci, che ha realizzato il primo tatuaggio al mondo su una protesi di silicone.

Commenta su Facebook