Belfast, nel primo anno di attività il nuovo centro congressi ha portato alla città 24 milioni di euro e più di 50mila pernottamenti
A
Nel primo anno di attività il Belfast Waterfront, il nuovo centro congressi fiore all’occhiello della capitale dell’Irlanda del Nord, ha generato più di 50mila pernottamenti e prodotto una ricaduta economica per la città pari a 21 milioni di sterline (24 milioni di euro). Secondo la società di gestione – la Belfast Waterfront and Ulster Hall Ltd – dall’inaugurazione del maggio 2016 a oggi la struttura ha accolto partecipanti a congressi ed eventi corporate che mediamente hanno speso 488 sterline (557 euro) al giorno, e il 76% degli eventi che vi si sono svolti sono state nuove acquisizioni.

Il Belfast Waterfront è infatti frutto di un’operazione da 29,5 milioni di sterline (34 milioni di euro) di ampliamento e riqualificazione di una struttura precedente, e oggi si compone di 30 spazi per eventi per un totale di 7.000 metri quadrati e 5mila posti, fra cui due hall polifunzionali e un foyer di 660 metri quadrati affacciato sul fiume.

Soddisfatta Ellvena Graham, presidente della società di gestione, secondo la quale il centro congressi ha trasformato Belfast in una destinazione capace di competere sul mercato internazionale degli eventi: “Sulla base dei risultati 2016 e del feedback dei clienti contiamo di accogliere molti altri eventi da tutto il mondo. Il Belfast Waterfront ha già acquisito 40 ulteriori congressi nazionali e internazionali, che nei prossimi anni porteranno alla città almeno altri 67mila pernottamenti”.

Commenta su Facebook

Altro su...

Centri congressi